Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Prada Journal: giovani scrittori a Milano


La serata conclusiva della seconda edizione del contest ideato da Prada con Giangiacomo Feltrinelli Editore per premiare i talenti letterari in erba.

di Marta Galli

E così la Fashion Week ha avuto il suo momento letterario. Nel pieno della settimana dedicata alla moda uomo a Milano, Miuccia Prada ha infatti indetto la serata conclusiva di Prada Journal, seconda edizione del concorso letterario lanciato lo scorso aprile in collaborazione con Giangiacomo Feltrinelli Editore, che ha decretato vincitori Viola Bellini, Miguel Ferrando e Anabel Graf (a loro va un premio di 5.000 euro ciascuno) con una menzione speciale a Alejandro Morellon.

Ad ispirare i racconti degli aspiranti scrittori – provenienti da tutto il mondo e redatti in oltre 20 lingue diverse – un interrogativo analitico: “Quali sono i segni di un mondo che cambia? E quale realtà è possibile indovinare? Guardare i dettagli in modo chiaro potrebbe darci la risposta”.

Detto questo, non potevano essere altro che un paio di occhiali da vista, sviluppati in collaborazione con Luxottica, a divenire simbolo nonché strumento prescelto per l’indagine dell’esistente.

Gli scritti sono stati esaminati da una giuria composta da Tishani Doshi, Carlo Feltrinelli, Paolo Giordano e Colum McCann e i tre pezzi vincitori sono stati letti da Ansel Elgort, Miles Teller e Filippo Timi al pubblico vip presente, nel corso di una serata condotta dal giovane interprete di Kill Your Darlings (e già protagonista delle campagne pubblicitarie del marchio Prada) Dane DeHaan, per concludersi con un cocktail animato dall’immancabile dj Frédéric Sanchez.

 I racconti sono disponibili per il download all’indirizzo prada.com/journal