Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Il noir torna a Courmayeur


Al via il festival tra libri e cinema

di Micol De Pas

La location è perfetta: le montagne e le stelle di Courmayeur. Lì, ai piedi del Monte Bianco, si svolge la 24esima edizione del Courmayeur Noir In Festival, la rassegna curata da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri che unisce cinema e letteratura all'insegna di delitti, detective e inquietanti misteri.

Si comincia il 9 dicembre con un programma che ruota intorno a tre temi, il doppio, la paura e la memoria. Tre facce di un unico percorso, snocciolato nel corso di oltre vent'anni di carriera del festival. Qualche anticipazione.

Parole scritte. L'ospite d'onore sarà Jeffrey Deaver, vincitore del Raymond Chandler Award, con il suo L'ombra del collezionista (Rizzoli), ma accanto a lui ci saranno i cinque finalisti del Premio Giorgio Scerbanenco - La Stampa: sul sito si possono votare i romanzi migliori tra i 25 candidati, fino al 28 novembre. E poi, Gianrico Carofiglio, Carlo Lucarelli, Stefano Tura, Joakim Zander, Robert Karjel, Ingrid Astier, i veterani del noir italiano come Fois, Dazieri, Bonini, De Cataldo, Pandiani e Morchio (tutti riuniti nell'antologia I semi del male, edita da Rizzoli) e la nuova regina del thriller Elisabetta Cametti.

Parole da cinema. Sono passati 50 anni da quando Sei donne per l'assissino approdava nelle sale e il suo regista, Mario Bava, inaugurava il filone del thriller all'italiana. Per festeggiare questo importante compleanno, verrà proiettata la versione restaurata del cult-movie, con la presentazione del figlio Lamberto Bava e di Dario Argento, che per altro presenterà anche la sua autobiografia, Paura (Einaudi). Stesso compleanno anche per Smiley, il doppio letterario di John le Carré con La spia che venne dal freddo: Adrian Wootton, direttore di Film London, ne tratteggia i mille volti.

Thriller seriali e in bianco e nero. I Manetti Bros firmano una web serie che verrà presentata in anteprima e ad effetto sorpresa: il loro mitico Rex si calerà nei toni del giallo, mentre altre tre nuove serie tv verranno presentate poco prime del loro debutto italiano. Invece, Domiziano Cristopharo porta sul grande schermo House of shells. La casa delle conchiglie, un omaggio a Dylan Dog realizzata a quattro mani dal regista di culto insieme allo sceneggiatore Andrea Calvetto.

Film in concorso. Anteprime cinematografiche della selezione ufficiale vedono protagonisti l'esordiente Andrew Hulme con Snow in Paradise, storia inglese incentrata sull'ambiguità e sulle diverse possibili letture della storia; Things People Do, debutto alla regia del montatore Saar Klein, che spiega la sua filosofia cinematografica: "I film che mi colpiscono di più sono quelli che funzionano come le canzoni. Invito gli spettatori a vedere questo film immedesimandosi nella vita di Bill (il protagonista, ndr)"; l'opera prima italiana di Giacomo Lesina In the box, che tenta di rispondere alla domanda: "Quanto siamo liberi?". E poi, la black comedy Storie pazzesche di Damiàn Szifron, prodotto da Almodovar e il western noir alla Sergio Leone di Kristian Levring, The Salvation. Infine, in prima internazionale verrà proiettato Black Sea, un film di Kevin Macdonald con Jude Law.

------------

Courmayeur Noir In Festival

9- 14 dicembre