Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Mondiale di Formula Uno, giovanissimi in pista


A Melbourne, le Mercedes davanti e le Ferrari all’inseguimento, tra sport e glam

di Luca Bergamin

Si accende il semaforo verde. In Australia scatta domenica 15 marzo il Mondiale 2015 di Formula Uno, evento sportivo e anche glamour. All’Albert Park di Melbourne cresce la curiosità per vedere in pista le Ferrari. La scuderia di Maranello presenta un volto nuovo, quello di Sebastian Vettel, quattro volte campione del mondo, che spera di rinverdire al volante della monoposto del Cavallino rampante i fasti del connazionale Michael Schumacher.

Tra le facce nuove, ci sono quelle di due giovanissimi: l’olandese Max Verstappen non ha l’età per la patente in strada, ma ad appena 17 anni piloterà la Toro Rosso sulle piste di Formula Uno, e avrà come compagno di squadra un altro debuttante nel Circus delle due ruote, il ventenne spagnolo Carlos Sainz Junior. Entrambi sono figli d’arte, anche se il padre di Sainz correva nei rally.

La vittoria "rischia" di essere, come l’anno scorso, una questione a due tra Lewis Hamilton, campione uscente, e Nico Rosberg: le loro Mercedes, anche nei test dei primi mesi del 2015, hanno dimostrato di essere, oltre che bellissime con quella loro livrea argentata, anche velocissime. Dietro a loro, la Williams di Massa e Bottas. E poi la Ferrari che ha come presidente Sergio Marchionne, succeduto a Luca Cordero di Montezemolo.

 Ad accendere ulteriore interesse su questo avvio di stagione c’è anche una sorta di crime story legata a Fernando Alonso. Ancora è un mistero infatti la causa dell’incidente in cui è incappato il pilota spagnolo nei test di Montmelò. I rumors dicono che a fargli perdere la memoria sia stata una scossa elettrica avvertita all’interno dell’abitacolo, ma la McLaren lo ha smentito. Di sicuro c’è solo che salterà l’esordio nella terra dei canguri perché ancora non si è interamente rimesso.

Molto atteso, anche dalle fan femminili, il brasiliano della Red Bull, Daniel Ricciardo che l’hanno scorso ha conquistato tutti per la sua simpatia oltre che per la bravura sui tracciati.

Sono venti le gare in programma. Non c’è più la Corea del Sud, sostituita da un intrigante Gp del Messico che si correrà il 1 novembre su un circuito nelle strade di Città del Messico. A Monza il Gp d’Italia si disputerà il prossimo 6 settembre.

Mondiale di Formula Uno

Melbourne, Australia, 15 marzo