Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Moncler, Leica e i monumenti di ghiaccio di Fabien Baron


Cocktail da Sotheby’s tra le fotografie del celebre art director per svelare Leica X Moncler Edition

di Marta Galli

 

Un incontro di eccellenze l’evento che ieri sera, al debutto della settimana di Frieze, ha riunito a Londra diverse personalità della moda internazionale, mondo dell’arte e aristocrazia britannica negli spazi ovattati della casa d’aste Sotheby’s, per svelare il risultato della collaborazione tra Moncler e Leica. Si tratta di Leica X ‘Moncler Edition’, modello in edizione limitata (solo 1.500 esemplari) della celebre macchina fotografica personalizzata dal brand italiano.

Per ‘testarne’ la qualità, il Presidente di Moncler Remo Ruffini ha voluto niente meno che il principe degli art director Fabien Baron che, partito per le lande estreme dell’Artide, è tornato con un portfolio di fotografie dalla monumentale magnificenza: “Sono molto orgoglioso di questa nuova collaborazione” – ha detto Ruffini – “un progetto a 360° che parte dall’alta tecnologia di Leica, attraversa l’arte fotografica e la visione artistica di Fabien Baron, e approda in Groenlandia per catturare il DNA del marchio, lo splendore del ghiaccio”.

Tra gli ospiti che hanno potuto indugiare in questo mondo parallelo, tra un Van Gogh e un Fontana, un Rothko e un Andy Warhol assiepati nelle stanze attigue al solone dei Monuments di Fabien Baron: i designer di Valentino Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, la Principessa di York, Suzy Menkes impegnata a scattare fotografie con il telefonino per i suoi oltre 70 milioni di followers, e una splendida Stella Tennant, che con il suo ingresso felpato ha fatto dimenticare all’istante un’intera schiera di modelle di ultima generazione.

E dopo il debutto londinese, la mostra andrà a New York