Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Mario Dondero, il fotogiornalista, in mostra


Inaugura a Roma una personale che racconta la vita del fotografo milanese. In 250 scatti

di Micol De Pas

Mario Dondero ha un soprannome, fotogiornalista. Perché nel suo caso non si tratta solo di una professione: è il suo stile di vita. Mario-Dondero-Il-Fotogiornalista ha raccontato la storia del secolo scorso e i primi anni di questo nuovo millennio, attraverso le sue esperienze di vita, le foto. Un legame irrescindibile infatti unisce il suo sguardo, la sua partecipazione e i suoi sentimenti agli obbiettivi della macchina fotografica, compagna fedele delle sue avventure.

Il suo è un racconto secco, privo di decorazioni o artifici, pronto a documentare fatti politici, sociali e culturali, affiancando ritratti a foto d'insieme, documenti di denuncia a immagini di scena. Che ora vengono giustapposte in una mostra di circa 250 fotografie: dai reportage alle sue più note foto in nero, fino a un corposo gruppo di scatti a colore, finora inedito, il percorso espositivo, scandito secondo la cronologia e la geografia, compone il libro della vita di Dondero.

Gli esordi della carriera del fotografo milanese risalgono agli anni 50, quando venne assunto come cronista a Milano Sera. Nel 1954 si trasferisce a Parigi, dove vivrà fino al 1999 collaborando con le migliori testate europee e ora, da Fermo nelle Marche, continua a girare il mondo insieme, naturalmente, alla fotocamera.

--------------

Mario Dondero

Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano Grandi Aule

19 dicembre - 22 marzo (catalogo Electa, con saggi critici tra gli altri di Uliano Lucas, Marco Belpoliti, Giorgio Agamben, Corrado Staiano e un'estratto di un'intervista Antonia Mulas a Mario Dondero)