Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Marc Chagall, “La Vie” arriva per la prima volta in Italia


Il capolavoro dell’artista russo in un agrande retrospettiva al Forte di Bard

di Micol De Pas

La Vie sta a Marc Chagall come la sua vita sta alla sua arte. Sembra quasi una tautologia, ma è solo colpa del titolo di questa opera monumentale dell'artista russo. Perché questo è uno di quei casi in cui l'opera rappresenta a pieno il pensiero e il percorso artistico del proprio autore. C'è tutto il suo mondo in questo olio su tela realizzato nel 1964: in 4 metri per 3, Chagall realizza la sintesi dei suoi temi, gli innamorati, Parigi, l'Esodo, la Bibbia, gli animali, il circo, i fiori e il sole. Come dire che in La vie è racchiusa (testualmente) la sua vita.

E ora per la prima volta questo capolavoro arriva in Italia, grazie a una grande retrospettiva realizzata dall'Associazione Forte di Bard in collaborazione con la Fondation Marguerite et Aimé Maeght di Saint Paul de Vence. In un percorso molto interessante perché mette a dialogo La Vie con le altre opere, in totale 265 tra dipinti, acquarelli, guaches, litografie, ceramiche e tappezzerie, tra cui l'intera serie dedicata alla Bibbia, fino a comporre una vera e propria biografia per immagini dell'artista di casa in Francia.

La mostra, realizzata grazie a numerosi prestiti, è curata da Markus Muller e Gabriele Accornero ed è visitabile fino al 13 novembre al Forte di Bard in Val d'Aosta