Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La magia dell’anello


Da Tolkien a Jackson, tutte le declinazioni de “Il Signore degli Anelli”. In mostra

di Micol De Pas

Parlare di Tolkien equivale a parlare di leggenda. Non solo Il signore degli anelli, grande classico del fantasy e fonte di ispirazione di giochi, film, avventure e persino stili di vita, ma ora anche Lo Hobbit vanta una fortuna planetaria, grazie alla trasposizione cinematografica di Peter Jackson. Ma queste sono solo le interpretazioni più recenti della saga. Che vanta interpreti illustri, a cominciare dalla Regina Margherita II di Danimarca che nel 1977 firmò le illustrazioni dell'edizione locale de Il Signore degli Anelli. Sono sue infatti le tavole a nome Ingahild Grathmer realizzate in bianco e nero e dal tratto pulito, grafico che riscossero persino l'approvazione di Tolkien stesso (un fatto raro: l'autore non amava per niente esprimere giudizi sugli illustratori che davano vita ai suoi personaggi).

E poi. E poi ci sono le tavole originali di Luis Bermejo e quelle di David Wenzel per illustrare rispettivamente Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, le parodie a fumetti di Paperino o quelle di Zannablù, fino alla splendida versione de I Simpson. Giochi (Lego incluso), costumi, locandine e altre memorabilia completano il materiale in mostra a Milano per La Magia dell'Anello organizzata dal Museo del Fumetto che ha messo a punto anche un programma di eventi sul tema, da incontri letterari a concerti, fino a un contest dedicato ai Cosplay tolkeniani.

---------------

La Magia dell'Anello. Da Tolkien a Jackson

WOW Spazio Fumetto di Milano

24 gennaio - 22 marzo