Questo sito contribuisce alla audience di panorama

L’Italia, secondo Gabriele Salvatores


Arriva “Italy in a Day”, il progetto 2.0 del regista milanese

di Andrea Giordano

In attesa di ammirare la sua ultima fatica cinematografica, Il ragazzo invisibile (che uscirà il prossimo 11 dicembre), Gabriele Salvatores si lancia in uno dei progetti tecnologici più interessanti della stagione, Italy in a Day, in sala per un'unica proiezione-evento nella giornata del 23 settembre e visibile in prima serata il 27 settembre su Rai3.

Un mosaico nazional-virale che ha coinvolto tutti per un giorno (il 26 ottobre 2013). Uomini e donne, giovani e anziani, chiamati a far sentire la propria voce, raccontando piccole e grandi quotidianità, ma anche pregi e difetti del Paese.
Un esperimento emotivo, partito qualche anno fa grazie a Ridley Scott con Life in a Day, qui nelle vesti anche di produttore esecutivo.
Quasi 44200 video ricevuti da tutt’Italia (anche da qualche espatriato per studio e lavoro) per oltre 2200 ore di immagini, 632 video montati e coordinati da una squadra di 40 selezionatori.
Sogni, aspettative, paure, pensieri, ricevuti da ogni dispositivo possibile, iPhone, Smartphone, iPad, e raccolti con intelligenza ed emozione, puntando sulle tematiche e i personaggi più diversi.
C’è il testimone di giustizia che si ribella al pizzo, un medico in zona di guerra, ma anche madri, padri, figli, nonni, studenti, manager e l’astronauta Luca Parmitano, che dallo spazio sorveglia la terra con nostalgia.
Tutti sulla stessa piattaforma.
E Salvatores, che dopo Nirvana torna a indagare la tecnologia, ci consegna un ritratto profondo e ottimista, che va al di là di ogni possibile e ragionevole verità.

----------

Italy in a Day

in sala il 23 settembre e in Tv, su Rai3, il 27 settembre