Questo sito contribuisce alla audience di panorama

il fotografo del mese: Valentina Leonelli


Il valore dell’immagine nella comunicazione attraverso l’interpretazione di un giovane autore

di Paola Corapi

L’indagine fotografica di Valentina Leonelli affronta tematiche legate all’essere umano e alla sua vita all’interno della società. L’artista s’interroga sulla qualità rappresentativa dell’immagine fotografica e sulla sua relazione con il mondo naturale e tecnologico. Il suo interesse si basa sul concetto di iperrealtà, sulle sue infinite possibilità di visione del mondo e lo esprime utilizzando differenti linguaggi espressivi: la fotografia, il video e l’istallazione.

Qui presentiamo alcuni dei suoi progetti artistici: L’altro, Oltreuomo, Balance e Icons.

Icons si sviluppa attorno alle immagini del castello di Edimburgo. Da ogni cartolina è stato eliminato il castello lasciando un vuoto che viene poi compensato mentalmente dall’occhio e dal ricordo. Questo processo è rafforzato e contrastato da una fotografia di Edimburgo senza il Castello, ciò crea uno spaesamento nello spettatore che senza la sua icona non riconosce più la città.

Balance è un progetto che ricerca l’idea di equilibrio comune a tutti gli uomini. Un’utopia rappresentata dal corpo in relazione allo spazio, un sogno reso possibile solo dall’istantanea.

L’Altro vuole rappresentare la scansione di un tempo sospeso, un ambiente poco antropizzato, dove l’uomo s’immerge per andare alla ricerca di un contatto con il mondo e con se stesso.

Oltreuomo, infine, rappresenta il planisfero politico del mondo fisico, che qui diventa mappa mentale e consente all’uomo di possedere l’intera superficie terrestre. Una mappa politica che mostra i centri del potere economico, politico e culturale. L’istallazione è stata ricostruita per accostamenti e utilizzando un unico elemento: il fiammifero. Un oggetto quotidiano con una forte valenza simbolica: la potenza distruttiva del fuoco e quella vivifica della luce.

Valentina nasce a Lanciano (Chieti) il 15 Luglio 1985. Nel 2004 si trasferisce a Milano per frequentare il triennio in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano, qui inizia la sua passione per la fotografia e per questo prosegue gli studi all‘Accademia di Belle Arti di Brera. Conseguita la laurea frequenta il master in Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.