Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Autunno in musica: tre festival da seguire


A Milano, Roma e Ravenna mettono in scena le nuove sonorità

di Valentina Lonati

La stagione dei festival non si ferma e prosegue ad autunno inoltrato. Protagonista assoluta è la prima edizione della Milano Music Week, un'intera settimana dedicata agli scenari più interessanti della musica italiana e internazionale. A Roma, invece, continua il percorso del Festival di Nuova Consonanza, giunto alla 54esima edizione, che mira ad avvicinare le nuove generazioni alla musica classica contemporanea. A Ravenna, infine, una chicca per gli appassionati di sperimentazioni sonore: il Transmissions Festival. Tre appuntamenti diversissimi tra loro, ognuno con la propria vocazione.

Milano Music Week
Dopo la Fashion week e la Design week, Milano si mette alla prova con la musica. E lo fa con un festival – promosso dal Comune di Milano - che investirà la città di concerti e dj set spaziando dal pop all'elettronica, fino alle avanguardie internazionali. 200 gli artisti coinvolti, 70 le venues che ospiteranno il pubblico ma anche gli addetti ai lavori con un fitto programma di workshop e conferenze dedicate a musicisti, discografici, promoter e tecnici. A unire i live e i convegni sarà il Linecheck Music Meeting and Festival, che presenterà 180 relatori – tra gli altri, i direttori creativi del Primavera Sound e del Glastonbury Festival – oltre ad alcuni dei musicisti più quotati della scena contemporanea come Little Dragon, LIM, Perfume Genius, Thundercat, Ash Koosha, Telefon Tel Aviv e James Holden. Grande attenzione sarà rivolta alla musica e al cantautorato italiano, con Iosonouncane, Meg, Roy Paci, Diodato, Luca Gemma, Boosta e Raphael Gualazzi. E poi, per gli amanti delle commistioni audio-visive, da non perdere gli appuntamenti di Electropark Exchanges con l'anteprima mondiale di The Landscape Behind, performance del musicista tedesco Stefan Schneider e dell'artista Andrew Quinn. Arte e musica si incontreranno invece al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea grazie a un evento organizzato da Le Cannibale: all'interno della mostra Io, Luca Vitone, andranno in scena i paesaggi sonori di Boot & Tax e la dj Paquita Gordon.

Milano, varie location, fino al 26 novembre

Roma, Festival di Nuova Consonanza
Ha compiuto 54 anni, ma non li dimostra. Il Festival dell'associazione Nuova Consonanza porta in scena i cortocircuiti tra musica, teatro, video, poesia e narrativa puntando i riflettori sui nuovi protagonisti dell'avanguardia musicale e della musica d'orchestra. Obiettivo: dimostrare che la musica classica contemporanea non è affare per vecchi, ma che anzi, è giovane e pulsante. Da non mancare, l'azione musicale grottesca “per attore e per strumenti” dello spettacolo Musica senza cuore di Fabrizio de Rossi Re e Francesca Angeli, in cui David Riondino e un ensemble di cinque musicisti offriranno una rilettura musicale di Cuore di De Amicis mischiando jazz, opera e performance. Interessante poi il confronto generazionale del concerto Dissidenti e ortodossi in cui si alterneranno Manuel Zurria al flauto, Francesco Dillon al violoncello ed Emanuele Torquati al pianoforte; la rilettura di Philip Glass e Steve Reich del gruppo Sentieri Selvaggi in Meditazioni impure e le interpretazioni del Duo Ardorè, composto dalla violinista Rebecca Raimondi e dal pianista Alessandro Viale, che presenterà cinque nuovi brani dedicati a Olivier Messiaen.

Roma, varie location, fino al 11 dicembre

Ravenna, Transmissions
Si concentra in tre giorni il viaggio intorno al mondo orchestrato da Transmissions Festival, rassegna musicale ravennate dedicata alle sperimentazioni sonore. Lanciata nel 2007 da Bronson Produzioni, quest'anno festeggia il decimo anniversario con un'edizione speciale, diretta dal fondatore Chris Angiolini, che ripercorre la storia del festival ospitando alcuni dei suoi direttori artistici più celebri come Daniel O’ Sullivan e Nico Vascellari. Tra i nomi di punta, il genietto dell'elettronica Lorenzo Senni, unico italiano nella scuderia Warp, che porterà la sua elettronica ispirata alla cultura rave anni '90, il musicista-performer Robert Aiki Aubrey Lowe, il misterioso side-project di Nico vascellari Bus De La Lum, Matteo Vallicelli, primo artista italiano a firmare per l'etichetta newyorkese Captured Tracks e Adriano Zanni, che alterna musica e fotografia e che nell'ambito del festival presenterà la mostra Soundtrack for falling trees. Sì, perché oltre ai concerti ci saranno esposizioni, workshop, proiezioni e talk. Uno fra tutti: quello con Lorenzo Senni Da Presto records a Warp: come nasce in Romagna una star della musica elettronica mondiale. Un festival diffuso, che coinvolgerà tutta la città di Ravenna, ma soprattutto un festival “di provincia e a misura d'uomo” - come tiene a precisare lo stesso Chris Angiolini - che volge però lo sguardo ben più lontano dai confini romagnoli.

Ravenna, varie location, dal 24 al 26 novembre.