Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Musica, i festival di giugno


Manifestazioni estive per esploratori sonori

di Valentina Lonati

Si parte: inizia ufficialmente la stagione dei festival. In Italia sembrano fiorirne a ogni angolo, soprattutto dedicati alle sonorità elettroniche e techno. Organizzati in luoghi suggestivi, tra spiagge, boschi, cascine e paesi medievali, richiamano un pubblico internazionale e di nicchia. Ecco cinque (più uno) festival da scoprire.

Milano. Zuma.
In una cascina alle porte di Milano, un festival strampalato e multiculturale che piacerà sicuramente agli hippie contemporanei. “Una festa di musica e amore”, come si autodefinisce, “un esperimento collettivo in una cascina fuori dal tempo e dallo spazio”. Nato come una scommessa nel 2017, Zuma torna anche quest'anno con una tre giorni che riunirà artisti lontani geograficamente ma vicini per visione del mondo: ci sarà il punk dei Downtown Boys, il jazz dei turchi Konstrukt, l’ambient di Claudio Rocchetti, le psichedelie di Al Doum and the Faryds e tanti altri. Per prepararsi al festival, gli organizzatori hanno preparato una playlist che racchiude il meglio di questa edizione. Milano. Cascinet, dal 1° al 3 giugno.

Montalcino. Nevalon.
La location è quella della Fortezza di Montalcino, dell'antico Chiostro delle Logge e della piazza centrale della città. I paesaggi sono quelli delle colline della Toscana, con le loro dolci distese di vigneti. La musica, invece, è quella di alcuni degli artisti più influenti della techno internazionale: torna per il terzo anno Nevalon, il festival che per due giorni fa incontrare avanguardie musicali, degustazioni e itinerari di benessere a Montalcino, in provincia di Siena. Decisamente succosa la line up di quest'anno, con alcuni mostri sacri della techno come Ben Klock, resident dello storico club berlinese Berghain, Juan Atkins, pioniere della techno che arriverà a Montalcino con un dj set appositamente studiato per gli spazi dell'antico Chiostro e il tedesco Moritz Von Oswald, uno dei più importanti produttori di progetti di musica elettronica degli anni '90. Ad accompagnarli saranno DJ Pete, Massimo Amato, i The Mystic Jungle Tribe e Rawmance. Nevalon. Montalcino. Il 9 e il 10 giugno.

Marina di Ravenna. Beaches Brew.
Sulla spiaggia dello stabilimento balneare Hana-Bi di Marina di Ravenna, un festival completamente gratuito diventato meta di pellegrinaggio degli appassionati di esplorazioni sonore. Con le sue line up coraggiose, che raccolgono il meglio della ricerca musicale del momento, Beaches Brew - organizzato da Bronson Produzioni - continua con una settima edizione all'insegna della sperimentazione e della contaminazione culturale, con artisti da ogni angolo del mondo come il trio texano Khruangbin, che si muove tra psichedelia e surf-rock, Hailu Mergia, leggenda del jazz etiope riscoperta a 75 anni mentre faceva il tassista a Washington, e The comet is coming, concept-band guidata dal sassofonista Shabaka Hutchins, figura chiave della nuova scena jazz inglese. E ancora: Ezra Furman, poliedrico artista di Chicago che valica i confini di musica, genere e religione, e la band finlandese Liima. Beaches Brew. Marina di Ravenna. Dal 4 al 7 giugno.

Roma. Siren festival Preview.
È uno dei festival più gettonati dell'estate e quest'anno, dal 26 al 28 luglio, porterà a Vasto nomi come Public Image Lmt (PIL), Cosmo, Slowdive e Myss Keta. A fare da preview del festival sarà un evento a Roma che avrà come protagonista una delle band rock più interessanti del momento, creatrice di sonorità che uniscono funk, psichedelia e drum machine: gli Unknown Mortal Orchestra, che presenteranno il nuovo album “Sex & Food” uscito il 6 aprile. Insieme a loro suoneranno poi i Tune-Yards, che porteranno alcuni brani tratti dal nuovo lavoro I can feel you creep into my private life, oltre alla band britannica The Rainband e agli italiani LAAGO! e Miz Kiara. Roma, Siren festival – Rome Preview. Il 6 giugno.

Bollate (MI). Terraforma.
Da quattro anni a questa parte, il festival Terraforma allieta le torride estati milanesi con una boccata di ossigeno e di sperimentazione musicale. L'edizione di quest'anno sarà capitanata da Jeff Mills, drago della techno anni '90 di Detroit, che sarà affiancato da altri artisti di culto come Lanark Artefax, artista elettronico di Glasgow amato da Aphex Twin e Björk, la dj e produttrice giapponese Powder, il misterioso PLO Man, canadese di stanza a Berlino che mischia house, ambient e jungle, e i tedeschi Olaf Bender aka Byetone, che presenterà il suo ultimo live audiovisivo e Konrad Sprenger, compositore, produttore e artista. Anche quest'anno Terraforma non sarà solo musica e dj set ma anche installazioni, workshop e performance. Infine, prosegue il percorso di valorizzazione, bonifica e riqualificazione del bosco di Villa Arconati insieme a Fondazione Augusto Rancilio, tramite la potatura di alberi secolari, la messa in sicurezza di aree verdi e la creazione di strutture riutilizzabili per il parco architettonico. Terraforma, Villa Arconati, Bollate (MI) dal 29 giugno al 1° luglio

Milano. Astro Festival.
Una giornata di full immersion nella musica elettronica e nella tech-house. Siamo a Milano, ma è come essere a Berlino: al Circolo Magnolia torna Astro Festival, la manifestazione dedicata agli amanti delle sonorità electro giunta alla terza edizione. A fare da headliner dell'edizione di quest'anno è uno dei guru mondiali della techno d'avanguardia: Jon Hopkins, che presenterà un live inedito coni pezzi tratti dall'album Singularity. Insieme a lui saliranno sul palco i genietti tedeschi della tech-house Âme, gli inglesi George FitzGerald e Ross From Friends, e l’italiano Gigi Masin, musicista e compositore veneziano classe 1955 diventato un artista cult grazie alla label Music From Memory, che ha ristampato nel 2014 un riassunto del suo lavoro. Chiude la nottata il dj set di Boys Noize. Astro Festival, Circolo Magnolia, il 30 giugno.