Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Design all’asta per la cultura


Pezzi di design donati da Paul Smith e Bono per sovvenzionare il nuovo Design Museum di Kensington.

di Marta Galli

Il 30 giugno il Design Museum di Londra chiuderà i battenti per riaprire il prossimo novembre in una nuova location, all’interno della sede storica del Commonwealth a Kensington, in un edificio degli anni ’60 riadattato dall’architetto John Pawson. A beneficio dell’istituzione la casa d’aste Phillips manda all’incanto una serie di pezzi firmati da architetti e designer il 28 Aprile con Time for Design. "Gli amici del museo hanno donato dei pezzi eccezionali, spesso proveninienti dalla loro collezione privata, per aiutarci a realizzare l’ambizione di creare uno dei più importanti centri culturali a Londra”, ha affermato il direttore del Design Museum, Deyan Sudjic.

Tra “i donatori”: Norman Foster e Zaha Hadid, Ron Arad, Nendo e Marc Newson, ma pure la stessa Apple Inc. ha voluto partecipare e lo stilista Paul Smith, che ha notoriamente un penchant per il design, e ha realizzato appositamente per l’occasione un tavolo decorato di orologi. Anche Bono Vox è tra gli amici che hanno dato il loro contributo, donando a sua volta una chitarra da 50 mila sterline. Un’abitudine très anglo saxon quella di constribuire con sovvenzioni a fondo perso o donazioni alle istituzioni culturali del Paese e che si realizza questa volta con un'asta di pezzi iconici e pezzi unici proveninti dal mondo del design e affini per sostenere il design che verrà. 

'Time for Design', Phillips, 30 Berkeley Square, Londra

28th April – 7 pm (ora locale) 

è possibile partecipare all’asta scaricando l’App su www.phillips.com