Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Donne ConTurbanti: alla Triennale le fotografie di Guido Taroni per Mantero


Il progetto solidale tra il brand italiano Mantero e il San Raffaele Dee Di Vita prende forma nelle foto di Guido Taroni: all’opening in Triennale arriva il mondo della moda

di Giuliana Matarrese

Regalare colore, carattere, e ridare femminilità a chi lo indossa perché soffre di patologie oncologiche: nasce da questo nobile intento Vita, lo speciale turbante creato da Mantero, storica azienda italiana della seta, nata nel 1902.

Un oggetto, il turbante, che corona una collaborazione solidale, la Dee Di Vita, nata tra la stessa azienda e l'Ospedale San Raffaele, e mirato a sostenere le attività di Salute allo Specchio, che si occupa di sostenere a livello psicologico le donne affette dal cancro.

Ed è proprio quel turbante ad essere scattato da Guido Taroni, che lo mette indosso a donne di diverse età e bellezze, le Donne ConTurbanti che danno il titolo alla mostra ospitata dalla Triennale di Milano

L'evento di apertura ha radunato l'alta società meneghina, i Borromeo, i Furstenberg, i Ruffo di Calabria e Della Gherardesca, tutti presenti con indosso i turbanti della collezione, da Matilde Borromeo a Scilla Ruffo, passando per Costanza Della Gherardesca.

Il turbante, che sarà venduto in selezionate boutique a Milano, e online su www.deedivita.org vedrà una parte dei suoi ricavati devoluti proprio al progetto Salute allo Specchio.