Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Dante Alighieri e l’Africa


Inferno, Purgatorio e Paradiso: i “luoghi” danteschi, visti da 50 artisti africani di oggi. In mostra al Museum fur Moderne Kunst di Francoforte

di Micol De Pas

Inferno, Purgatorio e Paradiso: categorie dantesche, illustrate e analizzate nella Divina Commedia. Ma anche categorie del pensiero universale. Tanto che il Museo d'Arte Moderna di Francoforte le racconta in una chiave inedita. Si tratta della mostra La Divina Commedia. Paradiso, Inferno, Purgatorio rivisitati da artisti contemporane africani.

Amore e Morte. Cinquanta artisti da oltre 20 stati dell'Africa restituiscono la loro personalissima visione del calssico della letteratura. E non solo. Come spiega il curatore della mostra Simon Njami, non si tratta della Divina Commedia o di Dante:

Il filo conduttore di questa mostra è un universale, che coinvolge tutti, a prescindere da convinzioni e credo religiosi: si parla del nostro rapporto con l'aldilà. Cioè con la vita, che accidentalmente coincide con la morte.

Forma e contenuto. A esprimere queste tematiche occorre un linguaggio adeguato: l'arte, comprensibile a qualunque latitudine. Protagonista assoluta è l'estetica della nuova Africa, tralasciando il contesto post coloniale, quello storico o politico. E Dante diventa ancora una volta materia d'ispirazione. Per fotografi, pittori, scultori, video artisti, performer che mettono in mostra i propri lavori sui tre piani del museo tedesco.


Leggi anche Peter Greenaway, l'artigiano del cinema


La Divina Commedia

Museo d'Arte Moderna di Francoforte sul Meno

fino al 27 luglio 2014