Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Berlin burlesque


Il fascino del "cabaret erotico" tedesco in un libro fotografico.

"Ho visto il burlesque per la prima volta a Sydney, per caso", racconta il fotografo australiano Paul Green. "Sono rimasto affascinato dai costumi, dai colori e anche da quel solleticamento sessuale contenuto ma sempre presente. Ho scoperto che il burlesque e il cabaret sono nati a Berlino negli anni 20, e volevo vedere in prima persona che cosa ne era di questa scena oggi, nella Berlino moderna. Allora nel 2010 ho venduto tutto tranne la mia macchina fotografica, ho lasciato il mio appartamento nel centro di Sydney, e ho comprato un biglietto sola andata per Berlino".
Per due anni Paul Green ha girato i locali burlesque più importanti della capitale tedesca (per esempio il Bassy Club , con la sua serata "Pinky's Peepshow", il CCCP , il Primitiv bar e il Roadrunners), fotografando gli spettacoli ammiccanti ma anche il backstage e i momenti di intimità delle ballerine. Adesso ha raccolto i suoi scatti in un libro, “Berlin Burlesque” (finanziato con il crowdfunding), presentato venerdì 30 novembre al WYE di Berlino. Evento accompagnato da spettacoli di burlesque di alcune delle performer preferite di Green: Marlene Von Steenvag , Lada Redstar e Mopsy Meyers. La prima edizione del libro è in edizione di 100 copie firmate.

Testo di Silvia Anna Barrilà