Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Biennale giovani a Bologna


L’arte che verrà, in mostra

di Micol De Pas

Decidere chi saranno gli artisti del futuro è compito della storia. Ma a proporre giovani idee all'attenzione del pubblico pensa la Biennale Giovani organizzata dall'Accademia di Belle Arti di Bologna, con un'esposizione a cura di Renato Barilli, Guido Bartorelli e Guido Molinari. Giunta alla sua terza edizione, propone un interessante selezione di 29 artisti, mediamente trentenni, rappresentanti della nuova creatività italiana.

E se l'eccletismo è la nota caratterizzante di questo periodo storico, anche questa mostra è stata pensata e promossa intorno all'incontro di arti e stili diversi: non prevale nessun atendenza, ma anzi sono tutte in gioco.

E come in un gioco, si attraversano fotografie, performance, sculture, dipinti, installazioni, materiali verbali. L'equilibrio è garantito dalle regole del gioco stesso: un percorso ad alta tensione creativa e concettuale verso quel plateau, quell'altopiano intercettato dai filosofi francesi Gilles Deleuze e Félix Guattari dove le diverse tendenze si incontrano e si intrecciano.

Il viaggio comincia a Bologna, dove le opere saranno esposte dal 13 al 19 novembre, per poi fare rotta a Rimini, dove saranno visibili al Museo della Città dal 10 gennaio all'8 marzo.