Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Auto storiche, il concorso è a Pebble Beach


Nella baia del Carmel in California lo stile e l’esclusività su quattro ruote in mostra, tra signore in abito da cocktail e uomini in abito d’epoca

di Paolo Matteo Cozzi

La nebbia avvolge la baia che dalla Monterey Bay scivola verso Carmel: affascinante cittadina della California del nord non lontano da San Francisco o dal Big Sur. Carmel è famosa per la qualità della vita, eccellente, per le numerose celebs che l’hanno eletta a buen retiro, come Clint Eastwood che ne è stato addirittura sindaco per anni, ma soprattutto per il Concours d’Elegance che ogni estate accende Pebble Beach.

L’appuntamento dura una settimana e culmina nel week end, tocca ogni via delle cittadine costiere di Monterey e Carmel per l’intera settimana di ferragosto, ma la festa vera e propria è nel cuore dell’esclusiva 17 Miles Drive: una porzione privata di costa con ville di lusso e golf club annesso, dove da sessant’anni si celebra il concorso d’eleganza per auto storiche più esclusivo al mondo. Automobili che hanno attraversato la storia, ma anche visioni che anticipano i modelli del futuro.

Durante la settimana che precede il momento clou, la domenica a Pebble Beach si aggiudicano i riconoscimenti di stile per le auto più belle, rare, esclusive scelte da una selezionata giuria internazionale. L’intera zona si trasforma nel garage dei sogni e le vie di Carmel e Monterey si agitano in parate senza fine, spontanee, bellissime.

Da non perdere l’appuntamento che apre il lungo week end: ci si raduna sui prati di The Quail Golf & Resort, una bella proprietà alle spalle di Carmel, dove fra Ferrari storiche come le P4/5 e 125S e moderne come la 458 o la F12 Berlinetta, Lamborghini Miura, Countach, Aventador e Veneno si sistemano le eccellenze del design italiano contemporaneo come la Pininfarina GranLusso Coupé e l’Alfa Romeo Disco Volante firmata dalla storica Carrozzeria Touring.

Qui le signore vestono abiti da cocktail, hanno cappelli che non sfigurerebbero ad Ascot, intrattengono ombrelli per proteggersi dal sole; gli uomini vestono completi d’epoca, in stile. Essendo in America, non mancano eccessi e colori sgargianti, tanto per i vestiti quanto per le carrozzerie di auto da un quarto di milione e oltre, colorate con vernici sgargianti che fanno a pugni con la realtà.

Basterebbero i parcheggi dei visitatori a scaldare il cuore degli appassionati, ma per stressare ulteriormente il concetto è sufficiente spostarsi lungo l’esposizione per scovare la più massiccia concentrazione di Alfa Romeo 8C di sempre: sono circa 30 delle circa 230 costruite fra il 1931 e il 1939. Ma anche pezzi unici come la coppia di De Tomaso Fantuzzi del 1965 e la Packard Darrin Victoria Convertible Super 180 del 1940, la Bestioni Beast del 1919, una Packard 645 Dual Cowl Phaeton del 1929 e, per citarne solo alcune, una Ford del 1932.

Protagonista d’eccellenza dell’edizione 2013 è Aston Martin: il mitico marchio inglese caro a James Bond, che proprio quest’anno celebra il centenario, schiera una pattuglia dei modelli più rappresentativi. Dalla DB5 utilizzata per i film di 007 con tanto di gadget originali, costò la bellezza di 5.000 sterline ma ne servirono oltre 25.000 per installare gli accessori speciali, alle più recenti declinazioni firmate Zagato, come la DB-9 Centennial, e la One-77. La più ambiziosa del momento: costa oltre 2 milioni e qui si presenta nel più adeguato dei colori, il Concours Blue, dedicato proprio alla kermesse californiana.

@paolocozzi