Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Alta Sovversione: il progetto di Benetton a Fabrica


Tre giorni di workshop, proiezioni, mostre e conferenze che riflettono sul concetto di Sovversione: tra gli ospiti di Fabrica Cameron Sinclair, Marco Cappato e Liv Wynter

di Giuliana Matarrese

Va in scena dal 23 al 25 Marzo Alta Sovversione. Tre giorni per riflettere attraverso workshop, mostre, conferenze e proiezioni sul concetto di Sovversione inteso come impegno, visione e desiderio. 

Ad ospitare il progetto sarà Fabrica, centro di ricerca del gruppo Benetton con sede a Treviso, nato nel 1994 da un'idea di Luciano Benetton e Oliviero Toscani, all'interno di Una villa del diciassettesimo secolo restaurata dall'architetto giapponese Tadao Ando che per tre giorni apre le sue porte con un programma fitto di eventi.

A fare da moderatori, più di 50 panelist, personaggi impegnati nelle lotte per i diritti civili come Marco Cappato, esponente dell'associazione Luca Coscioni; Liv Wynter, artista che ha recentemente rinunciato alla residenza d'artista presso la Tate Gallery, protestando per le disuguaglianze che vi si celano; Alison Jackson, che ha fotograto personaggi noti come Lady Diana e Trump; e Jerome Clemente Wilz, che presenterà il documentario Horse Being, dedicato a Karen, insegnante e transgender, con il desiderio di trasformarsi in un cavallo.

Un weekend che sarà anche l'occasione per artisti, videomaker, art director, musicisti e fotografi di presentare il loro lavoro al team creativo di Fabrica. L'appuntamento è a Treviso.

ALTA SOVVERSIONE

Fabrica, Treviso

23-25 Marzo