Questo sito contribuisce alla audience di panorama

5 mostre da non perdere a marzo


Mini guida alle esposizioni del mese

di Valentina Lonati

Spunti di riflessione inediti sull'arte moderna e contemporanea, sia in Italia che all'estero. Ecco le 5 esposizioni da non perdere a partire da marzo.

- Hilma af Klint: Painting the Unseen. Forse pochi lo sanno, ma prima di Vasily Kandinsky e Piet Mondrian c'era lei, Hilma af Klimt. Artista svedese vicina a Rudolf Steiner, fu pioniera dell'arte astratta rimanendo sconosciuta fino al 1986, a quarant'anni dalla sua morte. Ora la Serpentine Gallery rende omaggio al suo mondo visionario presentando la sua opera maggiore, “The Paintings for the Temple”, composta da 193 lavori realizzati tra il 1906 e il 1915, alcuni mai esposti nel Regno Unito. Londra, Serpentine Gallery, fino al 15 maggio

- Thomas Demand: L'Image Volée. Qual è il confine tra ispirazione e plagio? L'artista tedesco Thomas Demand riflette sul concetto di appropriazione artistica in una rassegna che ne celebra gli esempi più illustri dal 1820 a oggi. Attraverso più di 90 lavori realizzati da oltre 60 artisti – da Adolph con Menzel fino a Sturtevant, Gerard Richter e Jon Baldessari - “L'Image Volée” esplora tre diversi aspetti della reinterpretazione d'autore: il furto, la contraffazione e la (ri)produzione di immagini rubate. Il percorso si chiude con una mostra nella mostra, che raccoglie alcuni dipositivi di spionaggio della DDR. Milano, Fondazione Prada, dal 18 marzo al 28 agosto

– Da Kandisky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim. Ripercorrere la storia del Novecento attraverso una collezione d'arte unica. A Firenze, Palazzo Strozzi ospiterà oltre 100 opere appartenenti ai collezionisti americani Peggy e Solomon Guggenheim, facendo dialogare l'arte europea moderna e contemporanea con i grandi artisti americani degli anni cinquanta e sessanta, come Jackson Pollock e Roy Lichtenstein. Firenze, Palazzo Strozzi, dal 19 marzo al 24 luglio

– Edgar Degas: A Strange New Beauty. Un Degas mai visto. Il MoMA di New York fa luce sul lato più sperimentatore dell'artista raccontandone la passione per il monotipo, tecnica ibrida tra pittura, disegno e incisione che fu punto di partenza per la sua ricerca. In mostra circa 120 monotipi inediti oltre a 50 schizzi e dipinti a pastello, che svelano l'animo più moderno dell'artista attraverso la sua rappresentazione liberatoria del corpo e della bellezza. New York, MoMA, Dal 26 marzo al 24 luglio

– Illumination. Con “Illumination”, il Louisiana Museum of Modern Art di Copenhagen fa un punto sull'arte contemporanea attuale presentando circa 100 opere acquisite dal 2012 a oggi. Nomi noti come Andreas Gursky, Franz West e Cindy Sherman incontrano le giovani promesse di oggi, in una fotografia della scena artistica internazionale dei nostri tempi. Da quasi 60 anni, la più grande panoramica sulle novità dell’arte del Louisiana Museum. Imperdibile. Copenaghen, Louisiana Museum of Modern Artfino all'11 settembre