Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le 10 mete imperdibili del 2014


Ecco la nostra selezione delle destinazioni dell’anno. Dove si celebrano anniversari o si svolgono grandi eventi sportivi. Per globetrotter che vogliono essere nel posto giusto al momento giusto

di Carla Brazzoli

Il 2014 offre molti spunti per chi ama viaggiare ed è alla ricerca di destinazioni che meritano una visita proprio nell’anno appena iniziato. Sono Paesi o città che valgono un viaggio a prescindere, ma nei prossimi mesi il loro fascino è amplificato perché festeggiano anniversari e commemorazioni, ospitano eventi sportivi o sono state scelte come capitali della cultura e del design.
Ecco la nostra top 10 delle mete da segnare in agenda per programmare le prossime vacanze e il motivo per cui vale la pena andarci entro l’anno. 

Sudafrica 
Il Paese regala esperienze uniche e indimenticabili non solo per l’incomparabile bellezza della natura. Quest’anno c’è più di un motivo per visitarla: per ripercorrere i luoghi dell’ adolescenza e dell’attività politica di Nelson Mandela, l’amatissimo leader recentemente scomparso; per partecipare alle celebrazioni del 20° anniversario della sua presidenza e per visitare Città del Capo, nominata Capitale Mondiale del Design 2014 con il tema “Live Design” e destinata quindi a diventare ancora più interessante vista la trasformazione del paesaggio urbano in atto. Nel corso dell’anno sono previste celebrazioni ed eventi come mostre all’aperto, installazioni, progetti sostenibili o riqualificazione di aree industriali.

Argentina  
L’affetto e la stima nei confronti di papa Francesco sta generando un crescente interesse per la sua terra e la sua città, Buenos Aires, e si stanno moltiplicando i tour nei luoghi dove ha vissuto e operato prima di arrivare in Vaticano. Il suo essere il primo papa gesuita poi ha risvegliato una forte curiosità per la storia della Compagnia di Gesù e l'Argentina è uno dei Paesi migliori dove trovare tracce significative di quell’ordine. In particolare è Córdoba, 700 chilometri a nord-ovest di Buenos Aires, una delle più ricche depositarie al mondo della tradizione e dell'architettura gesuita. Qui alla fine degli anni ’80 l’allora padre Bergoglio trascorse un anno come direttore spirituale e confessore della locale chiesa della Compagnia di Gesù. Córdoba  era un tempo la più grande città spagnola in Argentina e ancora oggi risuonano i rintocchi provenienti dagli oltre 80 campanili e chiese. L’Unesco ha nominato il suo centro storico Patrimonio Mondiale dell’Umanità grazie all’alta densità di edifici del 17 ° secolo realizzati dai Gesuiti, tra cui la più antica università dell'Argentina. Molte di queste grandi chiese furono costruite dagli schiavi africani e indigeni, un particolare storico a lungo tenuto nascosto dagli storici dell'Argentina. Ora l’ Unesco ha in progetto la realizzazione del percorso “African heritage route” con tappe in Argentina, Paraguay e Uruguay.

Lettonia 
Dal 1° gennaio il Paese è diventato il 18° Stato dell'Unione Europea a introdurre l’euro come moneta nazionale e questo favorisce il turismo nella zona. Inoltre, Riga è stata designata Capitale Europea della Cultura 2014 (insieme alla città di Umea, in Scandinavia). La città ha un centro storico di altissimo valore architettonico e culturale inserito dall’Unesco nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità grazie agli oltre 800 edifici realizzati  in un mix di stili che vanno dal medievale al liberty all’Art Nouveau, Negli ultimi anni è diventata una città cosmopolita e si è arricchita di caffè e di locali e per questo definita la “Parigi del Nord”.

Antartide 
L’Antartide è una delle frontiere più incredibili e selvagge della terra, una meta irresistibile per gli esploratori e i viaggiatori più avventurosi. 100 anni fa l'esploratore irlandese sir Ernest Shackleton partì per la Spedizione Imperial Trans-Antarctic a bordo della nave Endurance. La missione aveva come obiettivo la traversata dell'Antartide ma l'Endurance rimase incastrata tra i ghiacci. Shackleton, con 5 uomini, remò per 800 miglia nautiche alla ricerca di soccorsi e poi tornò a salvare gli altri. Il 100° anniversario di questa impresa è l’occasione per prendere in considerazione un viaggio in questa terra vergine di iceberg giganti e ghiacciai. Una meta interessante anche per gli amanti degli animali: qui si possono avvistare orche, colonie di pinguini, balene e foche leopardo. 

Cuba 
Cuba è uno dei paradisi dei Caraibi, per le bellezze naturali e per il fascino che suscita il mix tra le antiche tradizioni e i ritmi moderni. Il motivo per andarci quest’anno è che il 2014 segna il 500° anniversario della fondazione da parte dei conquistadores spagnoli di Trinidad, una città immersa nella natura e ricca di splendide architetture che l’hanno inserita tra i patrimoni dell’Unesco. Le spiagge di sabbia bianca e le acque cristalline ne fanno un luogo idilliaco che merita un viaggio. Inoltre durante l’anno sono previste molte feste ed eventi culturali da non mancare. 

California 
Il 2014 è un anno di festeggiamenti per lo Yosemite National Park: si celebrano i 150 anni da quando il presidente Abraham Lincoln trasformò questo parco in un bene pubblico facendolo diventare il primo parco nazionale degli Stati Uniti. Cascate spettacolari, imponenti scogliere di granito, torrenti impetuosi: questo luogo selvaggio è patrimonio mondiale dell’Unesco. Vi si possono avvistare l’orso bruno, il falco pellegrino, la marmotta e altre specie. Lo Yosemite torna in attività dopo la chiusura di un anno a causa degli incendi e celebra il 150° con iniziative che vanno dalle arrampicate collettive ai festival cinematografici. 

Scozia 
In tutta la Scozia è in programma un ricco calendario di 210 eventi che si protrarranno lungo tutto il 2014 per festeggiare l’Anno dell’Homecoming, un appuntamento che chiama tutti gli scozzesi del mondo a tornare a casa per celebrare le radici del proprio Paese e invita i turisti a unirsi a questa festa arrivata alla seconda edizione (la prima nel 2009). Musica, teatro, danza e festival: tutte le città sono coinvolte ma Glasgow sarà ancor più al centro dell’attenzione in quanto celebrerà, nel mese di luglio, la ventesima edizione dei Giochi del Commonwealth, manifestazione sportiva che si tiene ogni 4 anni. Mentre Greneagles, nel Perthshire, a settembre ospiterà la Ryder Cup, il prestigioso torneo di golf con i migliori giocatori europei e statunitensi.

Panama 
Per il centesimo anniversario del completamento del Canale di Panama sono in programma molti eventi celebrativi che valgono il viaggio. La prima navigazione attraverso l'istmo che congiunge l’Oceano Atlantico al Pacifico avvenne il 15 agosto, 1914. In previsione del centenario, sono stati programmati lavori di ampllamento del canale iniziati nel 2007. Da quest’anno, grazie al raddoppio della capacità del canale, sarà possibile il passaggio di navi più grandi rispetto al limite di 292,68 metri di lunghezza e i 32,31 metri di larghezza. Panama è una destinazione turistica in forte crescita. Ad attirare i turisti sono la sua cultura, la storia, la natura e le bellissime spiagge. 

Bosnia Erzegovina 

Un secolo fa, il 28 giugno 1914, Sarajevo divenne tristemente nota come il luogo in cui si accese la miccia della Prima guerra mondiale. Nel 2014 la capitale della Bosnia Erzegovina diventa protagonista delle celebrazoni del centenario attraverso numerose iniziative tese a inviare messaggi di pace che invitano tutti i Paesi a passare “da un mondo fondato sulla guerra e la violenza a un mondo di pace e nonviolenza”. 
Francia, Germania e altri partner europei hanno offerto supporto per finanziare il calendario di iniziative culturali, happening e concerti che si terranno nel corso dell’anno a Sarajevo per celebrare l’anniversario della Grande Guerra. Dal 6 al 9 giugno si terrà l’evento principale che segnerà l’inizio della Stagione europea per una cultura di pace e nonviolenza, con una serie di iniziative in tutta l’Europa. A Sarajevo, nella Vijecnica, il Palazzo di Città, sede della monumentale Biblioteca, il 28 Giugno 2014 i Wiener Philharmoniker diretti da Franz Welser-Most si esibiranno con musiche di Haydn, Schubert, Berg, Brahms e Ravel per celebrare il centenario.

Brasile  
Il  2014 è sicuramente l'anno del Brasile, sotto i riflettori internazionali in quanto ospiterà dal 12 giugno al 13 luglio la Coppa del Mondo di calcio, uno degli eventi sportivi più importanti. Il Brasile sarà una delle mete più ambite dagli amanti del calcio, ma non solo, visto che il Paese offre spettacoli naturali unici come le foreste pluviali, le cascate impetuose di Iguaçu, le immense spiagge, feste a ritmo di samba e le parate in costume che quest’anno animeranno le strade di Rio de Janeiro dal 28 febbraio al 4 marzo. Le 12 città che ospitano gli incontri di calcio, prima fra tutte Rio, si sono attrezzate per accogliere al meglio il grande flusso di turisti e allo scopo sono stati costruiti oltre 150 nuovi hotel lungo tutto il Paese, oltre a strade, aeroporti, metropolitane.