Questo sito contribuisce alla audience di panorama

M.i.l.f e Famous: tutti i protagonisti nei video di Kanye West e Fergie


Fergie assolda un esercito di amiche, da Kim K ad Alessandra Ambrosio, Kanye scandalizza ancora con le statue di cera nel letto: perché M.I.L.F. e Famous sono i video della settimana

Dall'indipendenza femminile rivendicata all'anti-femminismo allo stato puro: non potrebbero essere più antitetici i video che questa settimana stanno scalando le classifiche dei più visti su YouTube. Si parla di M.I.L.F. , l'ultimo singolo di Fergie, ex frontwoman dei Black Eyed Peas, e Famous, estratto dall'atteso album The life of Pablo di Kanye West.

Se Fergie infatti ridefinisce i confini del trash-pop con una melodia accattivante contenuta nel suo album The Duchess, a decantare la raggiunta indipendenza femminile, economica ed emotiva delle donne come lei, e lo fa circondandosi di amiche del calibro della modella Chrissy Teigen, di Ciara, Alessandra Ambrosio e Isabeli Fontana tra le altre, Kanye cerca sempre lo scandalo. 

Il video della canzone Famous, in un fotogramma recupera un opera di Vincent Desiderio, Sleep, e mette nello stesso letto il cantante con diversi personaggi, più o meno nudi, che hanno un qualche collegamento a lui. Tutte statue di cera, mai corpi veri, tranne forse quello della consorte Kim Kardashian, che è presente anche nel video di Fergie, vero sinonimo della donna di potere con prole. In Famous di persone famose ce ne sono molte, a partire da Rihanna, che alla canzone ha collaborato; c'è Ray J, produttore discografico e co-protagonista del sex-tape che rese Kim Kardashian famosa; Amber Rose, ex di Kanye alla quale si rivolge nel testo senza molta gentilezza; Bill Cosby, da padre di famiglia d'America nei Robinson ad uno scandalo che lo ha smascherato come molestatore seriale; Caitlyn Jenner; George Bush e Donald Trump; Anna Wintour e, infine Taylor Swift. La popstar americana è infatti bersaglio preferito di Kanye da anni, tra sgarbi in diretta nazionale e finte riappacificazioni, fino al verso che le dedica nella canzone, dove si intesta il merito della carriera della bionda cantante. 

Un video che, ovviamente, non è stato molto amato da chi ne è stato involontariamente protagonista, anche se al momento nessuno si è espresso in maniera ufficiale sui social. E che, forse proprio per questo, continua a mietere clic, tanto da far decidere al cantante di organizzarne proiezioni nelle maggiori città americane, da Chicago a New York. Non resta che attendere il prossimo capitolo..