Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Maria Grazia Chiuri lascia Valentino per Dior


Nessuna conferma ufficiale da parte dei marchi, ma l’annuncio non dovrebbe tardare ad arrivare: la direttrice creativa di Valentino sarebbe la prima donna a guidare Dior

di Giuliana Matarrese

Ormai è ufficiale, Valentino lo ha annunciato con un comunicato, corredandolo da una foto scattata all'interno dell'headquarter romano della maison,e che ritrae solo Pierpaolo Piccioli, scattato da David Sims: sarà infatti lui, d'ora in poi, l'unico direttore creativo del marchio, a seguito della ormai quasi certa nomina di Maria Grazia Chiuri da Dior.

Un addio sereno, che la stessa Maria Grazia nella nota ufficiale ha commentato:

Ho condiviso con Pierpaolo gran parte della mia vita lavorativa ed è stata un'esperienza di molti successi creativi insieme. Ora sono pronta a rimettermi in gioco.

Della notizia se ne parlava da mesi. Un gossip, quello di Maria Grazia Chiuri in lizza per la direzione creativa di Dior, che la stessa Chiuri aveva catalogato a notizia senza fondamento. Eppure, solo il giorno dopo la sfilata di Valentino, che Maria Grazia Chiuri disegna insieme a Pierpaolo Piccioli, quella notizia sembrava aver acquisito spessore. 

Finisce così un sodalizio artistico durato più di un decennio, iniziato nel 1999, quando i due si ritrovarono insieme a disegnare la linea di accessori nella maison romana, e dallo stesso Garavani furono nominati suoi successori al momento del suo ritiro (dopo un breve e doloroso intermezzo con Alessandra Facchinetti).

Nessuna delle due maison aveva commentato sino ad ora, anche se la notizia era stata lanciata da Reuters citando due fonti vicine al marchio francese, che hanno aggiunto che Dior ha intenzione di annunciarlo in maniera ufficiale i primi giorni di Luglio, appena dopo la sfilata dell'haute couture. 

Una nomina, quella di Maria Grazia Chiuri, storica per ben più di una ragione: non sarebbe infatti solo la prima donna ad essere capo creativo di uno dei più blasonati marchi francesi, ma prenderebbe il posto del compianto Raf Simons, che ha abbandonato per motivi personali lo scorso Ottobre. Da quel momento Dior aveva iniziato ad esplorare diverse possibilità, da Jack McCollough e Lazaro Hernandez, altro duo creativo dietro il marchio Proenza Schouler, alla Chiuri.

Un ingresso il suo, che non potrebbe essere più appropriato: insieme a Pierpaolo Piccioli, Maria Grazia Chiuri è stata infatti artefice del fenomeno Valentino, trasformando un marchio dall'heritage importante in oggetto del desiderio delle donne e degli uomini di ogni età. Un'operazione che Dior certamente da lei si aspetta.

Pierpaolo Piccioli rimane così unico direttore creativo di Valentino, una nomina che ha così commentato:

La Valentino e le persone con cui lavoro sono una grande parte della mia vita. La mia decisione di portare avanti la guida creativa di questa Maison è data dalla forte passione che anima il mio lavoro e dalla voglia di continuare ad esprimere qui la mia visione stilistica.