Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le donne più sexy sulle copertine di Dicembre


Dall’immancabile Gigi Hadid ad una Penelope Cruz più in forma che mai, passando per la ex First Lady: ecco le protagoniste sui giornali di Dicembre

di Giuliana Matarrese

La sua permanenza alla Casa Bianca come First Lady è stata una delle più significative della storia americana, e già da ora se ne sente la mancanza, con gli stilisti che fanno a gara nel dichiarare che non vestiranno la donna che le succederà, Melania Trump. Non è quindi un caso che Michelle Obama sia sulla cover di Vogue America.

Una fine dell'anno con i fuochi d'artificio, quella sui magazine internazionali, che si occupa così di politica, ma anche di cinema. Se Vanity Fair US celebra infatti quella che si candida ad essere l'erede di Meryl Streep, Jennifer Lawrence in un abito natalizio che non cela il decolletè, anche su Vogue Spagna la celebrazione è nazional-popolare: più di 40 anni, due figli con Javier Bardem, tre volte candidata all'Oscar, Penélope Cruz risplende di bellezza, e posa in lingerie. In tema di attrici Harper's Bazaar sceglie invece Keira Knightley, l'attrice tra le donne dell'anno, che si prepara a tornare sullo schermo con Collateral Beauty, commedia drammatica dove recita insieme ad Edward Norton ed Helen Mirren, dopo la nascita del suo primo figlio.

"Solo" due cover questo mese per Gigi Hadid, la modella che ha monopolizzato l'anno sui giornali: su Allure mostra la schiena, sul W Korea mette in scena il solito e infallibile repertorio di curve, che l'hanno resa l'Angelo più ricercato tra quelli di Victoria's Secret. A darle filo da torcere Barbara Palvin, la modella che conquista con il suo viso d'angelo, la cover di Maxim. Un'altra ungherese è invece sulla cover di Playboy, Enikő Mihalik. Olandese è invece Imaan Hammam, su Interview, che ha vinto quest'anno il concorso Model of the year, soffiando il titolo a personaggi ben più famosi, come Lucky Blue Smith e Bella Hadid. Il suo sguardo misterioso è la pelle dorata sono il retaggio delle sue ascendenze marocchine e non si fa fatica a credere che sentiremo molto parlare di lei.

Un anno che si appresta alla conclusione, nella maniera più dolce.