Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le attrici più sexy dei Sag Awards


Le scollature sono le vere protagoniste dei look da celebrity degli Screen Actors Guild Awards

di Giuliana Matarrese

Se la sceglie persino una decana del cinema senza nulla da dimostrare come Julia Roberts, declinandola su una tuta suadente in velluto firmata Givenchy, vuol dire che è davvero un trend: stiamo parlando della scollatura abissale, che scende a precipizio sulle creazioni degli stilisti più famosi, scoprendo abbondanti lembi di pelle delle celebrities più amate, come quelle che ieri hanno partecipato alla cerimonia dei SAG Awards allo Shrine Auditorium di Los Angeles.
Al premio conferito ai protagonisti della stagione cinematografica e televisiva dal Sindacato degli attori americano, lo Screen Actors Guild, e per questo considerato un'anteprima di tutto rispetto degli Oscar (di importanza quasi maggiore dei Golden Globes), le dive si sono infatti presentate sfoggiando il loro lato più sexy, aiutate dai fashion designer di grido.

Se Jennifer Aniston, che già aveva optato per uno scollo scenografico ai Golden Globes, ha rispolverato un modello vintage di John Galliano dall'allure ultra-contemporanea, usando solo una collana dorata a mò di sensuale decorazione, Emma Stone (vincitrice insieme a Michael Keaton, Edward Norton e Naomi Watts del premio di Miglior Cast con Birdman di Inarritu) è andata oltre: lo scollo della giacca da smoking di Christian Dior Couture ha fatto il paio con una gonna in leggerissimo voile, che poco lasciava alle supposizioni, riuscendo comunque a rimanere elegantissima. Più scenografica il premio Oscar Lupita Nyong'o che ha optato per un modello con scollo sì, ma ipercolorato e con gonna plissettata, mentre virginale è quello di Kiera Knigthley che lo copre con un sottile velo di tulle. Menzione d'onore per il verde speranza di Julianne Moore che le ha portato bene, considerato che si è aggiudicata il premio come miglior attrice per Still Alice, ipotecando, come se fosse necessario, la statuetta degli Oscar, e per Julianna Margulies, l'avvocato del piccolo schermo a cui persino la first lady d'America copia i look, in un abito blu Klein dallo spacco vertiginoso, à la Angelina Jolie.