Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Uomo, come curare la testa rasata d’estate


Ecco tre consigli e nove prodotti studiati appositamente per curare cute e capelli rasati in città e al mare

di Michele Mereu

Quando arriva l’estate, non c’è niente di meglio del concedersi una testa completamente rasata per combattere il caldo. Optare per questo taglio, però, non vuol dire rinunciare a occuparsi della propria testa che, anche se priva di lunghezze, necessita ugualmente di cure mirate: in primis la protezione solare, utile per evitare spiacevoli scottature. Ecco i tre step immancabili.

La protezione sulla testa. Se pensate che l’idea di mettersi la protezione solare sulla testa sia stramba, vuol dire che non vi siete mai scottati il cuoio capelluto. Tagliando i capelli a zero, infatti, il cuoio capelluto rimane esposto ai raggi del sole che, soprattutto nelle ore più calde, possono creare spiacevoli scottature. La soluzione?  Semplice. Che siate al mare o in città, ricordate di applicare uno spray solare invisibile ad alta protezione (spf 50), magari in versione tascabile, per proteggere la cute o in alternativa indossate un cappello per schermare i raggi nocivi. Importante: se siete al mare, ricordate di riapplicare il solare ogni due ore, e dopo ogni bagno, come fareste normalmente su qualsiasi altra parte del corpo.

Lo sciampo giusto. Lo sciampo migliore da usare quando si hanno i capelli rasati, deve essere uno sciampo che si prenda cura della cute, che non la aggredisca, e quindi privo di schiumogeni aggressivi. Meglio un prodotto a base di tensioattivi vegetali, che faccia poca schiuma, e che sia arricchito con sostanze lenitive come oli naturali, vitamine, e minerali. Gli ingredienti ideali dovrebbero essere più simili a quelli contenuti in un detergente viso, per intenderci. Una volta alla settimana, poi, via libera anche a scrub delicati e pensati appositamente per questa zona, da applicare con un massaggio delicato dopo il normale lavaggio.

L’idratazione, il segreto. In questo caso l’idea è quella di trattare il cuoio capelluto come la pelle del viso, per questo dopo ogni lavaggio, deve seguire la fase di idratazione. Se state pensando al balsamo, siete fuori strada, ricordate, state trattando la pelle, non i capelli. In questo caso meglio optare per un siero appositamente pensato per la cute dei capelli, oppure ad un olio naturale. Quale? Se il cuoio capelluto è secco, puntate all'olio di avocado. Se invece è grasso, usate l'olio di semi d’uva per riequilibralo. Se avete la barba lunga, ricordate che anche l’olio da barba è un’ottima alternativa per idratare e profumare la vostra testa rasata.