Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Tre soluzioni contro i capelli bianchi


Prodotti di cura, shampoo e styling su misura per l’uomo

di Giuseppe Colica

A farla da padrone, sui capelli, è il grigio, in tutte le sue sfumature: dal "salt and pepper" di John Turturro al quasi bianco di Woody Allen. Insieme, sono i protagonisti di Gigolò per Caso (ad aprile in Italia), film nato tra un taglio e una barba che racconta la storia di due amici dalla chioma d'argento – infatti, pare proprio che artefice della collaborazione tra i due attori sia stato il comune barbiere di fiducia. I consigli di Icon per un gray look impeccabile.

Usare prodotti mirati è la prima cosa da fare: l'alterazione della produzione di melanina rende i capelli spenti e più vulnerabili. Un buon trattamento inizia dallo shampoo. Perfetti quelli che contengono formule nutrienti e schermanti con agenti di protezione UV. Per mantenere una chioma brillante, sono state create formule colorate ad hoc, con micro pigmenti viola capaci di neutralizzare i toni del giallo cui generalmente tendono i capelli esposti a fattori ambientali. Se si opta per uno shampoo pigmentato, il consiglio è di alternarlo ad uno neutro per evitare che il colore diventi troppo intenso, quasi sgradevole.

Per questioni di praticità, i capelli grigi andrebbero tenuti tendenzialmente corti, con visite dal barbiere circa 2 volte al mese. Importante scegliere look dai volumi ben definiti e dai contorni delineati. Ideale la riga laterale. No a chiome tropoo selvagge o troppo spensierate: l’effetto chiaro-scuro crea già abbastanza movimento e il risultato di un taglio troppo sfrangiato sarebbe solo un gran disordine.

Anche per lo styling il concetto è chiaro: non esagerare. Un taglio simmetrico necessita di cere o paste modellanti per accentuarne il rigore. Ideali quelle a tenuta morbida, dall’effetto opaco. Sconsigliati oli o gel che rendano la chioma troppo lucida. Più difficile gestire i capelli ricci o crespi: meglio puntare su emulsioni anti-frizz dopo lo shampoo e formule dalle texture super leggere per disciplinarli. Anche in questo caso, bandito l’effetto bagnato.

Il tutto portato con estrema naturalezza. Alla Turturro, appunto.