Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I tre consigli contro i capelli grigi, come George Clooney


Come portare capeli grigi, imitando George Clooney, sposo domani a Venezia

di Eleonora Gionchi

Non è più così tragico, avere i capelli grigi. Basta guardare il bel George Clooney (presto sposo a Venezia) per capire che con un sorriso così si superano anche i primi segni tricologici del tempo. Per tutti gli altri che ancora si disperano, ecco tre consigli per affrontare il problema. Certo, un bel sorriso è sempre consigliato.

Caratteristiche. I capelli iniziano a diventare grigi dalla seconda metà dei 30 anni fino ai tardi quarant’anni; sono estremamente più fragili perché molto più fini e sottili, inoltre sono più sensibili ai fattori esterni come l’inquinamento, i raggi UV, l’esposizione solare e l’eventuale fumo. Proprio per questo è necessario lavarli più frequentemente. Infine da tenere prsete che i capelli grigi tendono a ingiallire.

Cambio di routine. Viste le particolari esigenze, è quindi necessario cambiare i prodotti: partendo dallo shampoo, che dovrà essere specifico per capelli grigio-bianchi (ovvero, con pigmenti blu per contrastare il giallo); poi, dovrà essere più delicato e leggero nella formula così da poter essere usato anche tutti i giorni visto la facilità con cui questi tipi di capelli tendono a sporcarsi. Ma anche con azione anti-caduta, considerata la sottigliezza.

Stile. George Clooney, Richard Gere, Al Pacino, Cary Grant: chiome argentee e fascino irresistibile a detta delle donne. Basta cambiare leggermente il proprio stile e le abitudini: il taglio dei capelli deve essere più classico e di lunghezza varia (meglio consultarsi con il barbiere di fiducia per trovare il taglio adatto a ogni tipo di capelli), la cura del viso dovrà essere maggiore perché il capello grigio tende a enfatizzare il volto quando è stanco, mentre nella scelta dell’abbigliamento vale una regola: partire da una giacca color carbone per poi scegliere tonalità più chiare.
E se proprio non si vuole cedere al fascino di una chioma argentea, c'è una piccola prevenzione: la vitamina B tiene alto il livello di melatonina, produttrice del pigmento dei capelli. Molto meglio che ricorrere alle tinte, così fuori moda.