Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Le tendenze di barba e baffi delle sfilate


Con barba, completamenti rasati o con tagli estremi: ecco i quattro look di buyer e giornalisti che vanno alle sfilate

di Eleonora Gionchi

Sono giornalisti, buyer ed esperti del settore, seguono le fashion weeks imponendo nuovi stili e tendenze, anche nel beauty maschile, in giro per le capitali della moda, tra Milano, Parigi, Londra e New York. Tra barbe sapientemente curate, rasature estreme e capelli dalle altissime sfumature, ecco quattro tendenze per questo autunno individuate tra gli addetti ai lavori.

Barba: c’è e si vede. Che la barba sia un vezzo maschile degli ultimi anni è un dato ormai assodato e viene sfoggiata in modi diversi. Appena accennata, con leggero baffo e mosca sotto il labbro inferiore, oppure folta, perfettamente curata e che copre tutto il viso. Libera sperimentazione.

Maestri della rasatura. All'opposto, invece, ci sono tutti quelli che ancora prediligono il rigore dell’arte della rasatura quotidiana: hanno il viso completamente rasato e perfettamente liscio, non si salva nemmeno un pelo dalla loro lametta.

Capelli rasati. Per scelta. Spesso è una necessità, altre volte è una scelta estrema: l’unica cosa fondamentale è avere però una perfetta testa dalla forma ovoidale. E se ci sono quelli che preferiscono avere anche il volto completamente rasato, senza barba; altri invece portarla lunga e curatissima, per la legge della contrapposizione.

Gli artisti. C’è chi ama giocare con i propri capelli e opta per tagli insoliti, per non passare inosservati. Per gli addetti ai lavori la scelta sembra unanime: è d'obbligo tagliare la chioma soltanto sui lati (e tanto) così da avere una sfumatura alta, anzi altissima.

Leggi anche: I trend capelli per l'uomo, dalle sfilateCapelli corti o rasati: istruzioni per l'uso