Questo sito contribuisce alla audience di panorama

La tendenza: la rasatura per la donna


Le stesse tecniche mutuate dalla rasatura maschile, senza lame, da provare alla Barberia Colla di Milano. Il risultato?

di Monica Agostini

La tendenza è di quelle di cui si parla di più – la rasatura al femminile sta tornando in auge: in Estremo Oriente la usano da una vita, ora sembra tornare di moda anche a Hollywood.

Io ho provato la versione soft: si sostituisce il rasoio con un coltello senza lama (il primo, usato frequentemente sul viso di una donna mediterranea non avrebbe un ottimo risultato, diciamolo).
L'idea è venuta alla Antica Barbieria Colla di Milano, storico ritrovo per sbarbati e per chi ama stare sempre con il look in ordine. Esclusivo impero maschile, fin ora.
Ma non più: il servizio Gentlewomen club declina al femminile il piacere della rasatura.
La sequenza dei movimenti è la seguente: prima una detergenza da impurità e make up, poi si passa il panno caldo; dopo c'è la fase di "shaving" (senza lama) cui segue ancora il panno caldo; dopo, si applica la crema lenitiva prodotta qui e poi il panno caldo; alla fine due passaggi con il latte idratante alla rosa e un massaggio. E poi, se si vuole, un po' di make up.

Io l'ho provato e ho capito due cose: una prima è che la non-lama e tutto il procedimento rende il viso della donna luminosissimo, come dopo una dormita in una spa dispersa lontano dal mondo. La crema lenitiva, inoltre, lascia la pelle fresca come non mai: si ha l'impressione che la pelle respiri, finalmente.
Poi, la seconda cosa "illuminante" che ho riscontrato è che, finalmente, ho capito il senso del rito della rasatura: la sedia, i panni caldi passati più volte sono letteralmente una goduria. Ecco perché gli uomini non possono farne a meno.

Da provare, almeno una volta nella vita.