Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Tatuaggio polinesiano: il significato


Cosa significa tatuarsi uno squalo, un sole, un amo da pesca

di Oldranda

A parlare è #Oldranda, ovvero Andrea Gatti – che tra le mille passioni (oltre a musica, cani, scarpe) ha anche quella del tatuaggio. Qui, ogni settimana, ne racconta l'arte, le scuole, gli stili, i personaggi più importanti al mondo. Buona lettura.

--------------------------------------------

Le isole della Polinesia sono centinaia e anche più numerosi sono i simboli dei loro tatuaggi. Oggi vi spiegherò alcuni di essi.

Uccelli: secondo la tradizione polinesiana gli uccelli sono il simbolo per eccellenza della libertà, della capacità di elevarsi oltre le cose terrene a del contatto con gli dei. Spesso al centro di uno stormo di uccelli se ne tatua uno differente dagli altri: questo sta a significare unicità e orgoglio.

Amo da pesca: Per i polinesiani la pesca era una delle principali fonti di sostentamento, il significato è insito nel disegno stesso che significa prosperità e fortuna.

Balena: Il mammifero piu grande del mondo, forse per sue dimensioni, nel tatuaggio maori assume il significato di famiglia e abbondanza.

Cerchio: Rappresenta come nella maggior parte delle culture tribali “il cerchio della vita”, l’unità tra i popoli e le origini dell’uomo.

Denti di squalo: hanno un significato forte e intenso che viene associalto al senso di protezione e guida. Il tatuaggio del dente di squalo, può essere rappresentato a una o due file di triangolini riempiti di colore nero oppure lasciati vuoti.

Squalo: uno degli animali più forti e tenaci presenti in mare, tatuarsi uno squalo è simbolo di adattabilità e resistenza.

Sole: simbolo ricco di interpretazioni, a seconda del motivo dei raggi, ma in genere rappresenta il continuo ritorno (con riferimento al susseguirsi delle albe), l'eternità, il rinnovamento e la gioia

Alla fine dell’incisione, un tempo, la pelle tatuata veniva trattata con succo di banana o di Ahi Tutu (l’albero del sandalo) e per diminuire l’irritazione si massaggiava con foglie e spugne.