Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Il simbolo del barbiere


Si chiama barber pole, è spesso nell’insegna delle barberie, e viene dal Medioevo

di Bullfrog

Capelli, barba, baffi. Baffi, barba, capelli. In un ambiente anni '30 in stile old America, i professionisti del grooming maschile di Bullfrog Modern Electric Barber si prendono cura dei loro clienti con alta professionalità, stile, tecnica. E sorriso. Per Icon, raccontano una tecnica, un taglio, un consiglio realizzato su un cliente con le immagini del lavoro svolto.

-----------------------------------

Il Barber Pole (o il palo del barbiere) è un segno convenzionale usato dai barbieri per indicare la presenza della propria attività: è un palo corto, collocato fuori, accanto alla vetrina e sotto l'insegna.

La sua origine risale al Medioevo, ed era solo colorato di bianco e rosso. Perché? Era associato alle caratteristiche delle attività originali che il barbiere svolgeva (salassi, suture, estrazioni denti) con conseguente spargimento di sangue. Questo rappresentava, quindi, bende insanguinate avvolte intorno a un palo.

Si narra che il “palo” originale venisse completato da un lavabo in ottone nella parte superiore (a rappresentare il vaso nel quale si raccolgono le sanguisughe) e da un vaso inferiore (che rappresenta il bacino di raccolta del sangue), mentre il palo stesso rappresenterebbe il personale "medico" che aiutava il paziente durante l'operazione.

Da lì, il palo è rimasto anche quando il barbiere ha perso la sua funzione taumaturgica.

Le differenze nel mondo. Il barber pole di tradizione europea è bianco e rosso, mentre la versione con in più il blu è americana, in omaggio ai colori della bandiera Usa. Ora, a volte si sente dire che il rosso sia il sangue arterioso, il blu quello venoso, mentre di bianco siano le fasciature.

Leggi anche Tutti i tagli di capelli corti per saperne di più sulla storia del barbiere