Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Seoul, città nuova frontiera del beauty


Tre spa e due consigli su cosa mettere nel beauty-case per Seoul

di Eleonora Gionchi

Chanel l’ha scelta come location per la sua collezione Cruise 2015-’16, tante innovazioni beauty provengono da lì e alcune dei migliori resort e Spa hanno appena aperto: Seoul, e la Corea del Sud in generale, è al centro da diverso tempo di un nuovo fermento che coinvolge anche il beauty. Tra tradizione e innovazione, tre indirizzi dove rilassarsi e cosa mettere in valigia.

The Shilla, 202 Jangchung-dong 2-ga, Jung-gu
All’interno del The Shilla è presente una Spa Guerlain e tra i trattamenti maggiormente richiesti dagli uomini ci sono il Take a Break e il Stress Relief: il primo è a base d’acqua, è pensato sia per il viso che per corpo e prevede un rilassamento totale e una pulizia profonda della pelle, il secondo è un massaggio più specifico ideale per le zone maggiormente stressate.
Il dettaglio in più: caratteristica di tutte le spa Guerlain è la seduta di 15 minuti al Foot Bath Lounge dove, mentre si sorseggia del tè, si viene sottoposti alla pedicure.

W Hotel, 177 Walkerhill-ro Gwangjin-Gu
La spa si chiama Away ed è un tripudio di colori accesi, rosso fuoco e blu elettrico su tutti, che hanno lo scopo di isolare completamente dal resto del mondo. I trattamenti prevedono un’unione di spiritualità orientale con cultura occidentale: si cerca di ritrovare l’equilibrio tra yin e yang grazie anche all’aromaterapia, realizzata con pietre profumate.
Il dettaglio in più: sono presenti anche corsi di yoga, tai-chi e pilates e una Water Zone ad alta tecnologia con acque termali e profumi della natura nell’aria.

Park Hyatt, 606 Teheran-ro Gangnam-gu
Situata al 23° piano con una vista sull’intera città, la Spa del Park Hyatt è affidata all’italiano Comfort Zone con quattro differenti percorsi a secondo delle proprie esigenze: Namu rinvigorisce, Mul idrata e rilassa, Dol purifica e pulisce in profondità e Korean energizza l’organismo. Ognuno di questi quattro percorsi prevede anche massaggi specifici per l’uomo.
Il dettaglio in più: più che una spa è un Park Club in cui l’esperienza è totalizzante, con trattamenti e dieta personalizzati.

Da mettere in valigiaDa sempre i rituali di bellezza sono importanti per i coreani e una pelle perfetta è fondamentale sia per gli uomini che per le donne: a questa filosofia si ispira quindi Erborian, marchio con sede anche a Seoul, i cui prodotti unisex si basano sui benefici di 7 erbe unite assieme, tutte di origine coreana-sud asiatica tra cui la centella asiatica, dal potere anti-infiammatorio, la camomilla selvatica che ripara le pelli secche e irritate, il resveratolo conosciuto come la “fonte dell’eterna giovinezza”, la liquirizia che protegge dai raggi UV, il gingseng che agisce come anti-ossidante e il tè verde.
L’Ile au Thè Masculin di Annick Goutal, invece, è ispirato a un viaggio compiuto da Camille Goutal e Isabelle Doyen sull’isola di Jeju, a largo di Seoul. Racchiude l’atmosfera verdeggiante dell’isola vulcanica famosa per le sue piantagioni di mandarino e tè; tra le note olfattive dunque la polpa e la scorza dell’agrume, l’assoluta di tè e l’osmantus che richiama il sole e la brezza marina.