Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Crema o sapone da barba?


Le caratteristiche delle due texture, da scegliere per una rasatura su misura

di Monica Agostini

Non è solo una questione di rasatura “veloce” o “lenta”, preferire la crema da barba o il sapone solido significa appartenere a due fazioni diverse. A quale appartenere? Dipende da che uomo si è. Francesco Gaudiosi, titolare di Men’s Heritage, azienda che importa prodotti di grooming da Usa e Gran Bretagna, ci spiega le diverse attitudini.

Ritualità diverse. La crema è già pronta, immediatamente disponibile. Basta immergere il pennello “di taglio” (non perpendicolare ma piegato a 45 gradi) dopo averlo inumidito. Il sapone richiede invece una manualità specifica: sempre con il pennello inumidito si “monta” la crema con un movimento circolare. Non cambiano di molto di tempi: nel secondo caso, solo cinque/dieci secondi in più.

La quantità giusta. È sufficiente un noce di crema (due centimetri quadrati circa) per una rasatura, ovvero pelo, contropelo e rifiniture dei punti critici. Un barattolo o un sapone durano in media cento rasature.

Caratteristiche indispensabili. Tutti i prodotti da rasatura devono contenere glicerina, per ammorbidire e non irritare il viso, mentre un mix di oli essenziali di alta qualità garantisce una preparazione del pelo allo shock del rasoio. 

Scelta di fragranze. Entrambe le texture possono avere profumazioni diverse. Non è solo una questione di profumo che resta sul viso, a cambiare sono anche le funzioni. Per una pelle mista (o nei climi caldi) meglio scegliere note di limone, lime e menta che asciugano e eliminano l’effetto lucido. D’inverno e per le pelli più sensibili, invece, meglio rosa e vetiver, emollienti e lenitivi.

Questione di gusti. I saponi solidi sono più tradizionali, perfetti per gli amanti del vintage a differenza delle creme più moderne.

Da sapere. Crema o sapone che sia, è indispensabile un pre-barba in olio, perché viene assorbito dall’epidermide (dopo averla ammorbidita con acqua calda) e lascia un film invisibile che protegge dall’azione della lama.