Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Scegliere il giusto deodorante


Quattro tipi su misura per l’uomo

di Michele Mereu

Gli uomini sudano di più rispetto alle donne, possiedono una flora batterica diversa caratterizzata anche a livello olfattivo. Per questo è necessario che ogni uomo scelga un deodorante specifico. Varianti?  In spray, stick, roll on, liquidi, in crema o gel, con vaporizzatore, profumati o neutri. Ecco una selezioni ragionata, in base alle abitudini e alle situazioni. 

Gli sportivi. In palestra, al calcetto o durante la corsa, il deodorante è essenziale per un effetto “asciutto”. Gli anti traspiranti sono efficaci per sudorazioni abbondanti: quelli di nuova generazione non bloccano del tutto la traspirazione ma moderano la fuoriuscita del sudore.

I salutisti.  Per i fan degli anti batterci sulle mani e per gli uomini a cui piace tenere tutto sotto controllo, esistono nuovi deo contro l’eccessiva proliferazione batterica. Evitano l’ossidazione del sudore e la conseguente formazione di cattivo odore.

Gli “stressati”. A lavoro e in tutte le situazioni all’apice dello stress, per non macchiare la camicia ed essere impeccabili in ufficio l’effetto “super dry” è indispensabile. I deodoranti più assorbenti sono validi alleati. A base di zinco e dei suoi sali non interferiscono sulla sudorazione ma agiscono direttamente sulle molecole del sudore.

Gli amanti del profumo. Esistono declinazioni deo di celebri fragranze per consentire ai più fedeli di portare il proprio profumo in ogni luogo. I deodoranti profumati coprono l’odore sgradevole con una nota odorosa piacevole. Alcuni, composti da essenze naturali, oltre che mascherare l’odore svolgono una lieve azione anti-batterica.