Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Come evitare le rughe del sonno


Quattro consigli su come prevenire le rughe che colpiscono di notte

di Michele Mereu

Dolce dormire, soprattutto appena rientrati dalle vacanze – quando la ripresa anche fisica è più difficile.
Si crede che il momento del riposo notturno sia per la pelle l’apice della rigenerazione. Questo è vero, ma solo in parte: bisogna stare attenti alle “rughe del sonno” ovvero alle pieghe che si formano sul viso mentre dormiamo, a causa della pressione esercitata sul cuscino – negli uomini solitamente segnano principalmente la zona della fronte.

Quando si è più giovani spariscono poco dopo il risveglio ma con il passare del tempo, complice la perdita di elasticità della pelle, queste impiegano sempre più tempo a sparire, sino a trasformarsi in segni permanenti. Di seguito quattro consigli per prevenire e attuare le rughe del sonno sulla pelle.

Dormire supini. Dormire sulla schiena poggiando la nuca sul cuscino è ovviamente il consiglio migliore per evitare le rughe del sonno, in questo modo il viso non premerà mai contro il cuscino.

Cuscini più soffici. Se proprio non vi riesce di dormire supini l’alternativa potrebbe essere quella di scegliere un cuscino soffice, magari con un'anima di piume, che attenui quelli che sono i punti di pressione sul viso che facilitano la formazione di pieghe.

No al cotone. Sì alla seta. Un elemento che fa veramente la differenza è il tessuto di cui sono fatte le vostre federe. La seta sicuramente è il tessuto migliore per evitare la formazione di segni sul viso (è il più dandy in assoluto). Esistono ora in commercio anche lenzuola nella cui trama sono state inserite fibre di rame, che stimolano la capacità della pelle di produrre collagene evitando la formazione delle rughe di qualsiasi natura.

Idratazione della pelle. Ultimo consiglio è quello di tenere la pelle sempre ben idratata, con creme, oli e sieri a base di collagene che aiutino a mantenere la pelle molto elastica e a prova di ruga.