Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Rasoio o Lametta: quali scegliere


I pro e i contro delle due tecniche

di Eleonora Gionchi

Nella scelta tra lametta o rasoio non esiste una regola fissa: Francesco Cirignotta, titolare del salone Tricoesteta Cirignotta di Milano, consiglia di seguire istinto e comodità perché la rasatura si deve adattare alle esigenze di ognuno. Esistono però alcuni vantaggi e svantaggi. Eccoli:

Rasatura con lama. Prevede più tempo al mattino, e per questa tecnica detergere il viso con l’acqua calda è fondamentale (facilita la rasatura stessa) e, a seconda del tipo di epidermide, se delicata, ad esempio, può richiedere anche l’utilizzo di un pre-shave , che in ogni caso ammorbidisce il pelo. Per un ottimo risultato: la lama deve essere usata dritta così che basti una sola "passata". Un dopobarba è d'obbligo, meglio ancora se ad azione idratante. 

Contro: la mano è fondamentale. Se la pelle è davvero troppo delicata e si fa troppa pressione sul viso, il rischio irritazione è alto.

Rasatura con il rasoio: innegabilmente più veloce e pratica, è perfetta quando al mattino non si ha molto tempo, senza contare che alcuni ultimo modelli possono essere utilizzati anche con schiuma o gel, ma soprattutto sotto la doccia. Del rasoio, viene apprezzato soprattutto l'egonomicità. Quindi, si adatta alla forma del volto e riduce al minimo i rossori.

Contro: i più tradizionali considerano questo tipo di rasatura troppo “fredda”, ritenendo che si perda il piacere rituale che sta dietro la tradizione.