Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Quattro app per scegliere i cosmetici giusti


Il modo più veloce per selezionare gli ingredienti naturali e biologici con le nuove tecnologie

di Michele Mereu

Si fa presto a parlare di cosmetici biologici o naturali. Ma come è possibile scegliere una crema priva di sostanze dannose per la pelle? Bisogna imparare a leggere l’inci (la lista degli ingredienti che compongono una formula).
A questo scopo abbiamo selezionato quattro app, da scaricare su smartphone e tablet, per imparare a scegliere gli ingredienti più giusti per la pelle. Ecco come funzionano.

L’app Biotiful è un vero è proprio dizionario a portata di tasca e può essere comodamente utilizzata anche durante i vostri acquisti. Scaricata l’app, questa vi permetterà di leggere tramite la cam del vostro smartphone il codice a barre del prodotto, riportandovi alla sua scheda dove saranno presenti tutti gli ingredienti che lo compongono. Quelli segnati con il pallino verde saranno adatti per la pelle, quelli segnati in giallo meno e quelli in rosso saranno da evitare.

Meno high tech ma altrettanto efficace è l’app Cosmetifique, che permette di cercare facilmente l’ingrediente desiderato. Anche qui, i colori del semaforo segnalano la qualità degli ingredienti. Una pagina di approfondimento, inoltre, spiega come imparare riconoscere i nomi delle sostanze tossiche per la pelle: ad esempio la sigla CI indica infatti la presenza di coloranti all’interno della formula, gli ingredienti con i suffissi ONE, THICONE, SILOXANE segnalano i siliconi, i prefissi PEG e PPG indicano derivati petroliferi.

L’applicazione Cosmetici fatta dall’Unione Nazionale Consumatori e Cosmetica Italiana non è solo un dizionario degli ingredienti, ma un vero e proprio strumento didattico diviso per capitoli, ideale per chi vuole destreggiarsi in maniera autonome nel mondo delle etichette. Spiega cos’è un cosmetico, quanto può durare dopo l’apertura, come si usano i solari e inoltre elargisce consigli di consumo attraverso video curati da esperti. Il percorso si conclude con un test finale per verificare se siete dei consumatori attenti.

Lancia la sua prima app anche Icea, Istituto di Certificazione Etica. Icea Check, questo il nome, permette di controllare la percentuale di “naturalità” sia di un prodotto alimentare che di uno cosmetico. L'applicazione divide gli ingredienti inseriti in due categorie “buoni” e “cattivi”. I buoni sono segnalati in verde, e rappresentano quelli dermocompatibili e meno impattanti sull’ambiente , e quelli cattivi in rosso, i quali pur essendo approvati dalla legge, non sono utilizzati dalle aziende più sensibili alla salute dei consumatori.

Leggi anche: Cinque consigli per scegliere i cosmetici giusti