Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Profumi uomo: a ogni meta la sua fragranza


10 profumi che raccontano olfattivamente diverse località estive tra il Mediterraneo, la Grecia, Cuba e le Fiji

di Eleonora Gionchi

Che sia una qualche isola del Mediterraneo, la Grecia ma anche Cuba e le isole Fiji, l’estate porta a esplorare mete lontane. Luoghi, sensazioni e odori sono racchiusi in jus che fanno subito viaggiare la mente anche se si è ancora in città. Ecco il nostro tour olfattivo in 10 profumi per lui.

Cuba
Montabaco, Ormonde Jayne
Cattura il temperamento di Cuba e dell’America Latina Montabaco di Ormonde Jayne; per questo all’interno troviamo molte tipologie differenti di note, quelle calde e sensuali come la rosa, la magnolia e la violetta ma anche quelle più fresche come il bergamotto e il ginepro. Sul fondo gli ingredienti più maschili, a ricordare l’animo rivoluzionario della regione, tabacco e legno di sandalo.

Cuba Cologne, Czech & Speake
Ispirato dalla città di Havana, dai ritmi lenti, dai sigari e dal rum, questa colonia nasce dopo un viaggio del fondatore di Czech&Speake sull’isola. All’interno quindi note che raccontano la complessità di Cuba, da quelle frizzanti come il lime e la menta piperita, fino a quelle più rotonde e dolci del tabacco, del legno di cedro e del rum.

Grecia
Philosykos, Diptyque
Vera e propria ode alla pianta di fico, Philosykos è ormai un classico di Diptyque, creato nel 1996 da Olivia Giacobetti. Partendo da un viaggio fatto tra la Grecia e l’antica Troia, che trasportò i fondatori del marchio indietro nel tempo, l’eau de toilette ricrea l’atmosfera carica dell’aroma di questo frutto estivo.

L’Arbre de la Connaissance, Jovoy
Un altro omaggio alla pianta del fico, l’albero della conoscenza. Per questa interpretazione, François Henin, proprietario di Jovoy, ha chiesto l’aiuto di nasi, professionisti, giornalisti, appassionati per creare una fragranza che fosse il più possibile fedele al frutto e che evocasse il suo legno.

Eau d’Ikar, Sisley
Dedicato al mitico personaggio greco che, sfidando gli Dei, cercò di raggiungere il sole con ali di cera: Eau d’Ikar è un’eau de toilette molto fresca che racchiude i profumi della Grecia e del Mediterraneo. All’interno infatti l’essenza di Lentisco, l’arancio amaro, il bergamotto e il limone ma anche il papiro, il gelsomino e il vétiver.

Fiji
Paris-Fidji, Pierre Guillame
Nuova meta e nuovo viaggio per la collezione Croisiere/Cruise di Pierre Guillame che con Paris-Fidji ci porta alle isole Fiji. L’ispirazione è data dal cocktail tiki, a base di rum che diventa nota di cuore della fragranza. Attorno una composizione molto semplice, l’arancio e il pompelmo e il legno di sandalo delle isole.

Mediterraneo
Acqua di Giò, Giorgio Armani
Classico senza tempo, Acqua di Giò è tra i profumi maschili per eccellenza. Nato nel 1996, è un omaggio all’isola di Pantelleria ma, più in generale, al mare e all’acqua racchiusi nella molecola del calone, mentre il kaki è un frutto frizzante e leggermente acidulo che dona immediata felicità, usato per la prima volta in una fragranza maschile.

Chemise Blanche, Laurent Mazzone
Si tratta di un extrait de parfum che richiama il senso di libertà delle vacanze: smessi gli abiti eleganti dell’ufficio, in spiaggia si è più liberi e si può indossare soltanto una camicia bianca. Per ricreare questa leggerezza, all’interno bergamotto e mandarino, rosa e benzoino.

Bergamotto di Positano, Floris
Difficile sbagliarsi, visto che Floris ha voluto omaggiare la Costiera Amalfitana. Al centro le note marine circondate bergamotto e mandarino ma anche gelsomino e vaniglia per richiamare le caldi serate estive a Positano.

Sicilian Mandarino, Ermenegildo Zegna
Omaggio alla Sicilia, Sicilian Mandarin di Ermenegildo Zegna ruota attorno al frutto da cui prende il nome, di cui viene usato l’olio. Ad esaltarlo la menta verde, il bergamotto calabro e il muschio.