Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Profumi da uomo: 13 novità ispirate ai tessuti


Fragranze che nascono dall’incontro tra profumeria e sartoria per creazioni olfattive sensoriali che riproducono il tocco delle stoffe sulla pelle

di Eleonora Gionchi

Sartoria e profumeria: i nasi realizzano fragranze che vestono come abiti bespoke ricreando la sensazione di tweed, lane e tessuti pregiati. Vestiti invisibili che celebrano l’eleganza maschile e i suoi capi iconici come mostrano i 13 esempi della nostra gallery in alto.

Il trend. Tradurre una collezione sartoriale, il tocco di un tessuto e lo stile in un profumo non è certo facile. Gli ultimi in ordine di tempo ad averci provato sono Tom Ford e Lardini: il primo ha presentato lo scorso 7 settembre, assieme alla collezione man-woman di questo autunno, il suo ultimo Private Blend Ombré Leather 16, l'evoluzione delle creazioni sartoriali viste in passerella in un sensuale eau de parfum; il marchio italiano, invece, celebra la sua attività con i primi due profumi, Legno 1978 e Verde 1978, che ricordano l’anno di fondazione e il luogo d’origine.
Prima di loro, tra gli altri, Giorgio Armani aveva trasformato in fragranze i tessuti di quattro storici capi maschili con la sua collezione Eaux pour Homme mentre Mr Burberry è stato l’omaggio del brand inglese al trench nero e al perfetto stile british.

La tradizione. Precisione e meticolosità accomunano profumeria e sartoria, oltre ovviamente alla tradizione. Il fascino di un abito realizzato su misura, l’heritage dietro ai laboratori di modisteria, il lavoro preciso ma anche la celebrazione di vestiti ormai simbolici: è su tutto questo che il naso inizia a lavorare, a cercare gli ingredienti adatti per ricreare la sensazione delle stoffe.

È così che le tipiche note della profumeria inglese maschile, quelle erbacee e legnose, sono scelte per il trench, l’ambra e la fava tonka per l’eleganza notturna dello smoking, le spezie diventano avvolgenti proprio come una giacca mentre il cedro è versatile come il velluto.

Tra sarto e naso la differenza diventa quindi minima, precisione e pazienza per profumi quasi su misura, che calzano a pennello e incarnano lo stile di ognuno.