Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Profumi per la casa: i 28 migliori


Cannella, zenzero, aghi di pino e incenso: tre differenti profumi per la casa di Natale

di Eleonora Gionchi

L’atmosfera a dicembre è praticamente tutto: luci, addobbi, tavole imbandite meticolosamente. E visto che non c’è che l’imbarazzo della scelta per le home fragrances, tra candele, bastoncini e spray, ecco tre atmosfere adatte al periodo – tra le foreste nordeuropee, i richiami all’Oriente e le note più classiche.

Gli evergreen. Sono quelle classiche, le intramontabili che fanno subito festa e periodo natalizio: cannella, zenzero, biscotto, vaniglia, arancia. Se si vuole qualcosa di diverso, un’interpretazione un po’ più inusuale, allora il segreto è abbinarle a note più insolite per il periodo come la rosa, la prugna o il limone.

Foreste&ghiacci. Una sensazione: quella di trovarsi in una foresta, con l’odore degli aghi di pino e delle resine, di un camino acceso e l’aria fredda. I profumatori puntano soprattutto sulla vera atmosfera perché, anche se accese nell’appartamento di città, sembra di essere tra i boschi scandinavi. L’alternativa? I giardini d’inverno, anche quelli cittadini, che hanno colpito molto la fantasia dei creatori quest’anno. Tra le note più usate quelle fumè, i legni, le resine e le bacche.

L’Oriente. Spezie, incensi, fumi sacri, grandi bazar ma anche un’ambientazione mistico-religiosa che rimanda alla tradizione più sacra. Questo genere di fragranze sono molto avvolgenti, calde quasi, spesso ruotano attorno alla nota più spirituale di tutte, l’incenso, a quella più tendenza, l’oud, e a ispirazioni divise tra la Natività e le vie carovaniere dell’Oriente.