Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Profumi d’autunno: il legno di sandalo


Il sandalo è la nota unica da provare questo autunno nelle fragranze maschili

di Eleonora Gionchi

Misterioso, virile, esotico, mistico e, per qualcuno, anche erotico: il legno di sandalo è tutto questo. Una nota olfattiva unica nlla profumeria maschile, adatta soprattutto durante la stagione più fredda, perché avvolgente e calda. Ecco tutto quello che c'è da sapere a proposito.

La storia. La pianta da cui si ricava questa nota è il Santalum Album, una specie endemica tipica del Sud dell’India, usata da nei secoli perché si credeva che tenesse lontano le energie negative. Ma non solo, questo ingrediente, prestato alla profumeria, da sempre viene uttilizzato nello yoga tantrico per trasformare il kundalini, ovvero l’energia sessuale, in energia spirituale. Estremamente pregiato, per la creazione di profumi viene utilizzo sia il legno che l’olio. Quest'ultimo è molto raro, perché ottenuto solo dalle piante che hanno almeno 25 anni, ed è in grado di ridurre lo stress, l'ansia e l'aggressività.

Gli abbinamenti. Tendenzialmente la nota di sandalo è presente in fragranze molto maschili e spesso orientali; quindi le note che meglio lo esaltano sono le spezie, coriandolo, chiodi di garofano, pepe e zafferano, ma anche ingredienti  come il cuoio, il patchouli e l’ambra. Per chi invece è alla ricerca di interpretazioni più secche, nasi e creatori lo abbinano a note gourmand: caffè, cioccolato fondente, zucchero di canna, caramello, mandorla e rum.

In più: Il sandalo è presente quasi sempre nelle note di fondo delle fragranze, perché fa si che si fissino meglio sulla pelle.