Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Profumi: come scegliere quello giusto


Per il lavoro, un appuntamento o il week-end, la fragranza perfetta in 3 punti

di Eleonora Gionchi

Sembra facile scegliere il proprio profumo, e invece non è proprio così. A seconda di quando la si vuole indossare, durante la giornata in ufficio, la sera per un appuntamento galante, o nei week-end, in tre punti alcuni consigli da tenere a mente durante l’acquisto.

Al lavoro. Vale una regola fissa: la fragranza non deve mai essere troppo forte così da non dar fastidio a chi è accanto a noi tutto il giorno. Per questo è meglio optare innanzitutto per un’eau de toilette che è meno intensa e quindi contiene note olfattive leggermente più delicate o comunque in quantità minore. Essendo poi giorno, sarebbe meglio scegliere profumi con ingredienti come la lavanda, gli agrumi o legni come il cedro.

Per un appuntamento. È il momento di poter azzardare fragranze più particolari, a tratti anche intriganti, che possono suscitare la curiosità o l’interesse dell’altra persona come per esempio le note floreali, una su tutte la rosa, finora tipicamente femminili ma ora usate anche per la profumeria maschile; oppure provare con le fragranze orientali, generalmente più intense proprio per le note che le caratterizzano, inoltre si può puntare su un’eau de parfum, più intensa e maggiormente persistente.

Durante il week-end. Durante i fine settimana, ma anche in vacanza, si può scegliere qualcosa di leggero e magari fresco, specie in estate; per questo, quand’è possibile, si può optare per la versione Cologne del proprio profumo con l’accorgimento, però, che essendo una versione più light molto probabilmente le note cambieranno rispetto alla versione tradizionale oppure per una classica Acqua di Colonia. Questo perché l’idea è quella di indossare un tipo di fragranza che corrisponda alla voglia di relax e leggerezza tipica di questi momenti.