Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I profumi secondo gli artisti


Quattro storie descritte in un portale speciale

di Monica Agostini

Il progetto di Helder Suffenplan è quello di unire la tecnologia estrema di un portale con l'esperienza più primordiale possibile, ovvero il senso dell'olfatto. Il risultato è Scentury , un sito dove artisti di ogni genere (designer, fotografi, stilisti e musicisti) sono immortalati mentre interpretano, per immagini, il loro concetto di profumo. Non sono solo uomini, i soggetti ritratti. Ecco le protagoniste femminili più cool, secondo Icon.

Esther Perbandt, fashion designer. Il suo corpo unisce eleganza, atletismo e uno stile androgino ricercato. Il suo concetto di profumo: essere trasportata in un'altra dimensione e in un'altra epoca, passata  futura.

Ele Miško, creatrice di gioielli. Le sue mini sculture richiamano in molti elementi la sua terra d'origine, l'Australia. L'opale (pietra molto comune in Australia, appunto) è la sua materia prima preferita. Il profumo dei ricordi? L'odore del mare a 300 metri dalla sua casa d'infanzia.

Akke Aimaq, designer. Le sue crezioni sono un collage di prodotti pre-esistenti, che continuano a vivere anche se reinventati. La sua scelta olfattiva è fatta scientificamente: "pesa" le note e i profumi come fa con le pietre e i tessuti. E se non hanno storia o struttura, non lasciano il segno.

Franziska Taffelt, fotografa. Con il suo obbiettivo, cerca di rendere visibile l'invisibile. Il profumo preferito? Quello del suo fidanzato.