Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Pitti Fragranze: i trend nella profumeria della prossima stagione


Fragranze ma anche cosmetici tra le novità presentate a Firenze durante l’ultima edizione di Pitti Fragranze

di Eleonora Gionchi

Rito per gli appassionati di profumeria artistica, Pitti Fragranze è ormai un appuntamento annuale: il primo week-end di settembre ci si ritrova infatti alla Stazione Leopolda di Firenze per scoprire le ultime novità. Il tema di questa edizione è stato Blooming Newforms, ovvero l’evoluzione da bocciolo a fioritura, come a dire, da materia prima a creazioni vera e propria. E tra le tante novità, Icon ne ha individuate quattro tra trend e prodotti. 

Bosco. Bosco, giardini, fiori: insomma, la natura in tutte le sue forme. Ma anche il rapporto, a tratti più umano, che sempre più marchi hanno con i loro fornitori, spesso piccole aziende che lavorano a impatto zero proprio nel rispetto dell’ambiente. Da una parte un ritorno alle origini dunque, dall'altra il voler creare profumi che permetto di staccare la spina e rilassarsi, ideali quando si vive in città, scegliendo fragranze che calmano e riallacciano un contatto con la natura stessa.

Advanced Anti-Aging System, Susanne Kaufmann. Sempre a proposito di natura, la nuova linea anti-età del brand austriaco ha come ingrediente principale il pisello, ricco di fionutrienti che proteggono la pelle dai danni causati da agenti esterni, oltre a preservare collagene ed elastina. La linea è composta da tre prodotti che riducono la comparsa delle rughe, mantengono l’epidermide nutrita, ne stimolano il rinnovamento e la proteggono dai raggi UV.

Peccato Originale. Nome insolito per un brand la cui ultima creazione ha, a sua volta, un nome ancora più particolare: Gas Antisociale. Dietro Silvia Monti che, nella cantina della farmacia di famiglia, scopre ricette di decenni fa scritte dal nonno e dal bisnonno. Tant’è che l’ultima fragranza nasce da una prescrizione galenica contro lo stress. Quando il passato ritorna.

Fragrance is who you are. È su questo assioma che si è basata l’installazione organizzata dal gruppo Intertrade (distributore italiano di fragranze di nicchia) in collaborazione con l’artista olandese Toshy. “Il profumo fa parte dell’identità dell’individuo, da qui l’idea di raccontare chi siamo, con le nostre diverse identità e personalità” spiega Celso Fadelli, fondatore di Intertrade a cui fa eco anche l’artista che dichiara: “I ritratti rappresentano persone di differenti etnie, a simboleggiare che il profumo influenza la personalità di tutti”. Attenzione quindi a quando si sceglie un profumo, perché stiamo raccontando noi stessi.