Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Pelle d’inverno: tre problemi e tre soluzioni


Tre consigli e sei prodotti per affrontare i problemi della pelle d’inverno

di Michele Mereu

Cambio di temperature, smog, e sole invernale mettono a dura prova la pelle del viso maschile. Ecco allora quattro principali problematiche da affrontare in questa stagione e le relative soluzioni.

Pelle secca
La secchezza è uno dei principali problemi da affrontare d’inverno. Ma cosa succede alla pelle?  Per trattenere il calore del corpo, l’organismo attiva un meccanismo di vasocostrizione, che porta meno sangue alla pelle causando un rallentamento dei meccanismi di difesa della pelle: tra questi, la produzione dei grassi utili a difendersi e a trattenere l’acqua.

Soluzioni
È importante lavare la pelle del viso con detergenti non schiumogeni, meglio sceglierne uno oleoso, o un’acqua micellare ricca di estratti termali, da passare delicatamente su tutto il viso con l’aiuto di un dischetto di cotone. Da non trascurare assolutamente lo step dell’idratazione: usare un siero idratante a base di acido ialuronico è indispensabile, a questo poi deve seguire una crema nutriente, non grassa, meglio se a base di burri e oli vegetali, che vengono assorbiti totalmente dalla pelle, apportando un nutrimento profondo e duraturo.

Cuperose
La couperose è una fragilità capillare, che si manifesta con macchie di colore rosso, localizzate principalmente nella zona del naso e delle guance. Esiste un fattore genetico di predisposizione per questo tipo di problema, anche se agenti esterni come vento, sole e sbalzi di temperatura hanno un ruolo fondamentale nell’accentuarne la comparsa.

Soluzioni
Se soffrite di questa problematica, meglio optare per una detersione delicata, che non vada ad impoverire la pelle dalle sue sostanze difensive, latte o crema detergente, sono perfetti a questo scopo. Se usate un detergente a risciacquo, ricordate di non usare mai acqua troppo fredda o troppo calda, gli shock termici peggiorano questa problematica. La scelta della crema idratante è fondamentale: deve essere priva di profumazione, e ricca di sostanze lenitive, come ad esempio estratti termali, bisabolo, azulene, estratti di malva e calendula. Scegliete inoltre una  crema da giorno che abbia filtri UV, per proteggere la pelle dalle aggressioni quotidiane dei raggi solari e per evitare il peggioramento della couperose.

Labbra screpolate
Ancora più delicate della pelle del viso sono le labbra, zona più sensibile ed esposta del nostro viso. Le labbra d’inverno, infatti, sono esposte agli agenti esterni, come vento e basse temperature, ma essendo delle mucose, tendono a screpolarsi e disidratarsi con molta più facilità rispetto alla pelle del viso. Screpolature che se trascurate possono trasformarsi in lesioni patologiche e fastidiose da curare.

Soluzioni
Come detto pocanzi, non trattandosi di pelle o cute, ma bensì di una mucosa, non sempre questa parte del viso viene trattata in maniera corretta. Per proteggerle, l’ideale è applicare su di esse prodotti che ne aumentino la forza barriera. I prodotti in questi casi sono stick e balsami labbra a base di ceramidi, sostanze lipidiche contenute ad esempio nell’olio di jojoba e nella cera d’api. Poi, una volta ogni tanto è possibile rendere le labbra più morbide con uno scrub a base di zucchero e miele ( da fare anche a casa) a cui far seguire un impacco o maschera idratante a base di burro di karité.