Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Othello: il nuovo profumo maschile di Silvana Casoli


La creatrice del marchio Il Profvmo, si ispira a Shakespeare e alle passioni dell’uomo per creare la sua ultima fragranza

di Eleonora Gionchi

“Le passioni sono le vere protagoniste nella profumeria artistica”. A dirlo Silvana Casoli, creatrice e naso italiano del marchio Il Profvmo, che ha recentemente presentato Othello, profumo ispirato al protagonista dell'omonima tragedia di William Shakespeare, e primo episodio di un trittico di fragranze basato proprio sulle passioni umane. Con lei Icon ha parlato della sua ultima creazione, che racconta di sentimenti forti e di emozioni contrastanti.

Leggi anche: I profumi introspettivi di Laurent Mazzone

La passione in un profumo. Tradurre in note olfattive le emozioni più intense è stata una sfida per il naso Silvana Casoli, che racconta l’architettura di questa nuova fragranza: “Ho scelto ingredienti che cambiano a contatto con la pelle, che mutano, si scaldano, si accendono quasi, proprio come i sentimenti stessi”. “Questo jus inizia con note di frutto della passione, poi, prosegue con la salvia bruciata, intrigante perché da amara diventa dolce, per questo è nel cuore. Sempre al centro anche il Fiore di Luna, ingrediente ambivalente perché rappresenta l’amore puro, ma anche carnale di Otello per la sua amata Desdemona. Seguono poi le note tipicamente maschili: il cuoio, il vetiver simbolo di virilità, e il patchouli, usato all’epoca come anti tarme, posto tra i tessuti provenienti a Venezia dall’Oriente”, spiega ancora la creatrice di profumi.

Note profumate come emozioni. “Non penso che la passione sia solo un sentimento positivo, tutt’altro, è anche follia, gelosia, distruzione. Sono tutti sentimenti intensi e carnali”, spiega il naso. Sentimenti “presenti olfattivamente” nelle note di fondo di Othello: "L’ oud richiama non solo l’Oriente, ma anche la profondità e l’oscurità dell’anima di Otello, il miele rappresenta la sua sensualità e carnalità, a tratti lasciva. Poi c’è l’incenso, di cui ho scelto la qualità peggiore, non a caso: questo ingrediente rappresenta Iago (altro personaggio della tragedia ndr) e la sua infedeltà come amico nei confronti del protagonista”, racconta Silvana Casoli.

Chi è Othello? “Quello pensato da me, è un ragazzo giovane, ma al contempo maturo, sicuro di sé ed estremamente virile. Non ho voluto raccontare un uomo contemporaneo, attento alla sua immagine, quanto uno d’altri tempi, consapevole di se stesso e soprattutto forte dell’amore di Desdemona”. In questa fragranza maschile c’è anche un lato più morbido e femminile? “Sì, dato dalle note fiorite, perché lei è una parte importante della sua vita, essenziale per creare l'idea di lui che avevo in mente”, spiega Silvana Casoli, che aggiunge: “Per questo nel costruire il profumo sono partita dal terzo atto della tragedia di Shakespeare, quando l’amore tra i due è esplosivo”.