Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Oscar 2016: le tendenze beauty al maschile


Stili facili da copiare sul red carpet degli Oscar 2016

di Eleonora Gionchi

Trionfano Leonardo Di Caprio e lo stile casual-chic in fatto di beauty: sul red carpet degli Oscar, la scorsa notte hanno sfilato visi - quasi - tutti puliti, capelli al naturale e sex appeal brizzolato. La vittoria della normalità insomma.

Faccia d’angelo. Tutti pettinati e tirati a lucido per la notte più lunga di Hollywood: il trend maggiormente diffuso è stato quello di un viso pulito e finemente rasato, confermando che per molti questo è lo stile adatto alle grandi occasioni. Un po’ come il candidato Eddie Redmayne, da sempre fan del viso sbarbato e perfettamente curato che gli è valso la nomination come miglior attore per The Danish Girl.

Disordine nell'ordine. Leggermente scompigliati, o comunque spettinati a regola d’arte, con la barba di qualche giorno fintamente trascurata: ci sono attori che, in smoking d’ordinanza, sembrano però capitati sul tappeto rosso un po’ per caso, uno su tutti l’indiano Dev Patel. Confermando però che disordinato è bello.

Sale e Pepe. Se già sul tappeto rosso dei Golden Globe il brizzolato era protagonista su quello degli Oscar ha trionfato: uno su tutti Michael Keaton con una chioma argentea molto corta e senza gel; lo segue Matt Damon i cui capelli iniziano leggermente a imbiancarsi. A dimostrazione che il fascino non passa col passare del tempo, anzi.

Controcorrente. E poi ci sono quelli che hanno fatto del dettaglio beauty il loro marchio di stile per la serata: Jared Leto che ha preferito una testa perfettamente ingellata e tirata indietro con tanto di folta e curata barba, un po’ come il vincitore più acclamato Leonardo Di Caprio, e Pharrell Williams portabandiera della chioma ossigenata al maschile, trend di stagione.