Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Milano, Via Brera


Dove c’è il meglio dei profumi

di Giuseppe Colica

Cominciamo con un po’ di numeri: è lunga soli 450 metri, 34 civici, 4 gallerie d’arte e ben 4 spazi dedicati al beauty. Via Brera a Milano è la storica “via degli artisti” grazie all’omonima Accademia di Belle Arti. Volendola ribattezzare, sarebbe oggi la ”via dei profumi”: il beauty d’eccellenza ha scelto questa strada come casa milanese. Ecco cosa trovare, civico per civico.  

Al numero 2 c’è Kiehl’s, brand newyorkese che dal 1851 coniuga l’antica tradizione farmaceutica all’innovazione cosmetica nello skincare. Il ventaglio di proposte è ampio: dai prodotti per la barba  (per una rasatura old school, da provare la Lite Flite Shave Cream, una crema saponata agli estratti di canfora naturale, mentolo e lavanda da stendere sul viso col pennello umido), a quelli dedicati agli sportivi (la linea Cross – Terrain ideata da Klaus Heidegger presenta un gel doccia multi-uso, una protezione viso per il sole d’alta quota e la Dry Run Foot Cream da applicare sui piedi prima del trekking).

Il dettaglio in più Prima dell’acquisto, Kiehl’s offre un test gratuito. Attraverso l’applicazione di due pad su guancia e fronte, vengono rilevate le criticità della pelle e consigliato, quindi, il trattamento mirato per la cura del viso.

Per gli amanti della profumeria british di nicchia, al civico 5 troviamo Penhaligon’s, in collaborazione con Olfattorio Bar à Parfumes. Progettata dal designer sudafricano Christopher Jenner, che ha già curato i punti vendita di Londra e Tokyo, la boutique reinventa la tradizione inglese: il caldo del legno, il viola nei lampadari a cipolla, le pareti imbottite che espongono i profumi. La fragranza più venduta? Il Blenheim Bouquet dalle note speziate con agrumi e legni, già usato da Winston Churchill. Super rinfrescante è il talco post rasatura della linea English Fern.

Il dettaglio in più Non solo profumi. La boutique offre una scelta ricercata di cosmesi per la cura di pelle e corpo, come ad esempio i prodotti Aesop, marchio australiano totalmente eco-oriented. Da provare il Moroccan Neroli Shaving Serum, siero per la rasatura agli estratti di neroli e sandalo, con proprietà lenitive grazie al bisabololo.

 
Compie trent’anni Profumo, la profumeria artistica al civico 6. Una selezione di fragranze eleganti effettuata con passione e competenza dalla titolare Nicoletta Astori. Tra i molti brand presenti, l’Editions de Parfumes Frederic Malle propone i capolavori olfattivi dei più grandi maestri al  mondo, come ad esempio Geranium pour Monsieur creato da Dominique Ropion (già naso di Yves Saint Lauren, Armani e Givenchy, solo per citarne alcuni) dal bouquet fresco di geranio di Cina, menta e muschi bianchi.

Il dettaglio in più: In collaborazione esclusiva con Le Labo, brand nato in Francia e cresciuto a New York che firma profumi d’élite, è possibile personalizzare l’etichetta sulla confezione. Il flacone realizzato su misura potrà essere riutilizzato per il refill.

 
Direttamente da boulevard Saint Germain, al civico 23 è stato da poco inaugurato lo spazio del celebre marchio francese Diptyque. Oltre ai best of della maison – immancabili le candele nate nel 1963 (Fois de bois e Figuier le più amate dagli uomini) e i profumi come Philosykos e 34 (ottenuto dopo 88 prove, raccoglie tutte le note olfattive presenti nel primo negozio parigino) – la boutique milanese offre una serie di prodotti declinati al maschile. Tra questi, il gel doccia polivalente della linea L’art du soin, da tenere nella sacca dello sport ed il Vinagre, profumo versatile dai mille usi (durante il bagno, come deodorante per ambiente, profumo per corpo e mani, lozione per capelli, ecc) alle note di aceto e spezie con lavanda selvatica sul finire.

Il dettaglio in più In edizione limitata per San Valentino, la candela per conquistarla: Rosa Mundi, una fragranza di rosa frizzante con note agrumate.