Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Legni aromatici: 8 profumi uomo per l’inverno


Tendenza: questi profumi uomo usano palissandro e palo santo, due legni aromatici perfetti per affrontare il freddo invernale

di Michele Mereu

Palosanto e palissandro: sembra quasi un gioco di parole. Molti li confondono, altri pensano sia la stessa cosa, in realtà questi due legni aromatici, utilizzati soprattutto nella profumeria di nicchia, hanno origini e caratteristiche ben distinte, che li rendono perfetti per la creazione di fragranze “calde” e avvolgenti, adatte soprattutto per la stagione invernale.

La storia
Il palosanto è un albero che cresce spontaneamente in alcune zone dell’America centro-meridionale, ma che viene anche coltivato in Equador e Perù. In passato, veniva utilizzato dagli sciamani Inca nei loro rituali religiosi come strumento per allontanare le energie negative e come mezzo per migliorare la comunicazione spirituale con gli dei. Ancora oggi questa pianta è considerata benefica, quasi sacra, in quanto ha la tendenza a fiorire nel periodo Natalizio. Il palissandro, invece, conosciuto anche con il nome di rose wood, è un legno aromatico, molto pregiato, ricavato dalle piante appartenenti al genere Dalbergia, una famiglia composta da circa 125 specie, che crescono principalmente nel Madagascar. Viene utilizzato soprattutto per costruire strumenti musicali, mobili e oggetti di arredamento, ma anche profumi.

Caratteristiche olfattive e proprietà
La raccolta del palosanto viene fatta con molta attenzione, essendo una specie protetta: : vengono utilizzati i legni caduti a terra naturalmente, e seccati nel corso degli anni. L’odore che caratterizza questo legno, infatti, è quello dato dalle mucillagini che ricoprono il legno a terra, e che innescano un processo di fermentazione naturale. Per ottenere il loro caratteristico sentore, i legni devono restare a terra dai 4 ai 10 anni, tempo nel quale il legno matura la sua essenza. In profumeria si utilizza l’olio essenziale, estratto dalle scaglie di legno distillate con il vapore, un' unione olfattiva che ricorda menta e agrumi. Il palissandro, invece, ha una profumazione dolce, unica, che influisce positivamente sull’umore: allontana stress, tensioni, nervosismi. L’estrazione del suo olio essenziale avviene sempre tramite distillazione.

I mix giusti, e i momenti migliori per indossarli
Il palosanto è un legno molto aromatico che si sposa bene con note fresche come quelle del bergamotto, o più intense, come quelle del pepe rosa, vetiver, gelsomino e altri legni, come ad esempio quello di sandalo. Il palissandro si sposa bene con note di iris, coriandolo, ambra, patchouli e vetiver. Tutti questi mix, fatti con ingredienti dalle note molto intense, fan si che i profumi con palosanto e palissandro siano perfetti soprattutto per essere indossati nella stagione fredda, e prevalentemente alla sera.