Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I nuovi ingredienti della cosmetica: la tendenza Medio Oriente


Cinque aziende al top producono sali, fanghi e oli vegetali

di Michele Mereu

Vengono dal Medioriente i nuovi  ingredienti per la cura della pelle. Grazie alle loro proprietà purificanti e lenitive fanghi, sali e oli vegetali sono alla base delle formule di shampoo, scrub e saponi. Di seguito le storie di cinque aziende che hanno trasformato questi ingredienti nel simbolo dei loro brand.

Alma k. Israeliana di Tel Aviv, Amy Kafri ha unito la sua passione per la cosmesi a quella per la sua terra e per il Mar Morto creando Alma K, linea di cosmetici (in vendita presso le profumerie La Gardenia e Limoni) che sfrutta le acque del Mar Morto ricche di minerali come magnesio, calcio e zolfo per curare e purificare la pelle. Semplici e efficaci i prodotti Alma K sono ideali  per concedersi un vero trattamento Spa tra le mura domestiche.

Sabon. Il primo negozio del marchio apre nel 1997 a Shenkin Street, nel cuore di Tel Aviv, per volontà dei suoi fondatori Sigal Kotler-Levi e Avi Piatok. Oggi con 130 punti vendita in nove paesi, Sabon è un marchio internazionale rimasto però fedele al suo dna: selezionare accuratamente gli ingredienti. Oli vegetali di prima qualità e Sali del Mar Morto sono mixati, nei saponi e nei più recenti scrub gourmand per il corpo.

Ahava, che in ebraico vuol dire amore, non è un brand che ha bisogno di presentazioni. Dal 1988 utilizza sali e fanghi del Mar Morto come ingredienti principali della sua linea di cosmetici. Come ad esempio il Black Mineral Mud, un fango terapeutico, da scaldare al microonde e da applicare generosamente su tutto il corpo. Questo in pochi minuti assorbe l’oleosità, le impurità e le tossine in eccesso e rimuove le cellule morte della pelle, perfetto anche per alleviare il dolori agli arti e alla muscolatura.

Gamila Secret- Una miscela unica di olio di oliva di prima spremitura, sapientemente combinato con più di 15 erbe officinali è il segreto di un magico panetto di sapone creato da Gamila Hair, donna Druza di 73 anni, nata e cresciuta a Peq'in, in un piccolo villaggio situato a Nord della Galilea. Fedele alla sua terra Gamila ha saputo modernizzare una segreta ricetta di famiglia trasformandola nel panetto detergente, idratante e curativo oggi apprezzato da molti, anche tra i divi di HollyWood.

Moroccanoil. La storia del band ha inizio quando la co-fondatrice, Carmen Tal, dopo un colore malfatto si ritrova i capelli gravemente danneggiati. Un amico le consiglia un trattamento a base d’olio che le trasforma all’istante i capelli rovinati in una capigliatura luminosa, morbida, soffice. Cosi Carmen perfezionando la formula con l’aggiunta di olio di argan crea Moroccanoil, linea di cura per i capelli apprezzata da uomini e donne, che con il suo profumo ricorda posti lontani, ancora inesplorati del Medioriente.